Sei in Fornovo

Botte alla compagna: i carabinieri arrestano un 35enne

La vittima ha chiesto aiuto: l'uomo, ubriaco, la picchiava mettendo a soqquadro la casa. Ora è libero in attesa del processo ma il giudice gli ha vietato di avvicinarsi alla donna 

20 ottobre 2019, 09:30

Botte alla compagna:  i carabinieri arrestano un 35enne

Botte alla compagna: fornovese arrestato per violenza domestica. 
È stata convalidata ieri dal gip la notifica di allontanamento dall’abitazione (con il divieto di avvicinamento alla convivente) ad un 35enne italiano residente nel capoluogo. Un provvedimento che conferma il rapporto dei carabinieri, a seguito dell’intervento nella sua abitazione, avvenuto l’altra notte. 
La convivente aveva infatti chiamato il 112 denunciando che il compagno la stava picchiando. Un atto coraggioso, vista la situazione in cui si trovava in quel momento la 30enne. Sul posto è intervenuta in breve tempo la pattuglia dei carabinieri di Collecchio-Sala Baganza, allertata dalla centrale mentre si trovava in servizio in esterno. Era la più vicina a Fornovo in quel momento. 
Alle forze dell’ordine è apparsa evidente la situazione: la giovane donna, anch’essa italiana, aveva il volto segnato ed un occhio tumefatto. Segni evidenti della recente violenza, confermata anche dalle condizioni della casa, con le suppellettili sottosopra: uno stato che lasciava immaginare una colluttazione tra la coppia e il probabile tentativo di difendersi da parte della trentenne. 
L’uomo, rimasto nell’abitazione, era in evidente stato di ubriachezza. E sotto l’effetto dell’alcol manteneva un atteggiamento aggressivo, nonostante l'arrivo dei carabinieri. Anzi, in loro presenza continuava ad insultare e minacciare la compagna e a rivolgersi ai carabinieri con toni altrettanto minacciosi. Raccogliendo la testimonianza della vittima è emerso che quello appena avvenuto non era il primo episodio di violenza domestica, scatenato da una lite per futili motivi, ma che c’erano state altre occasioni. 
Accertata la condotta dell’uomo, i carabinieri hanno dapprima cercato di riportarlo alla calma, tentando di farlo ragionare, per poi arrestarlo. Ora è libero in attesa del processo. Il giudice ha stabilito che l'uomo debba allontanarsi da quella casa. Nello stesso tempo gli è stato vietato di avvicinarsi alla compagna.  Do.C.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA