Sei in Fornovo

fornovo

La materna di Riccò trasloca nella scuola «Malerba»

Un trasferimento necessario per permettere i lavori di adeguamento strutturale  ed energetico. Le due sezioni resteranno nel capoluogo fino a  fine  anno scolastico

04 gennaio 2020, 10:03

La   materna  di Riccò trasloca nella scuola «Malerba»

Con il rientro dalla vacanze natalizie, il 7 gennaio, i piccoli della scuola materna statale di Riccò, faranno trasloco. 
Si sono infatti completati gli interventi di adeguamento di un’ala delle scuola elementare del capoluogo che da qui a fine anno scolastico ospiterà le due sezioni. 
In contemporanea al trasferimento, partiranno infatti i lavori di adeguamento strutturale ed energetico dell’edificio di Riccò. 
Come si ricorderà, la passata amministrazione aveva ottenuto un finanziamento per questi interventi che si protrarranno per tutto l’anno scolastico: prima di avviarli è stato necessario trovare una nuova «casa» alle due sezioni.
 «Fin dall’insediamento - ha detto il sindaco Michela Zanetti - ci siamo attivati nella ricerca di locali adeguati ad ospitare la classi della materna. Devo ringraziare l’istituto comprensivo Malerba che ha ha fatto rete per far fronte, al suo interno, a questa necessità». 
«Grazie alla grande disponibilità dei docenti e alla comprensione dei genitori, che hanno fatto fronte con notevole impegno ai cambiamenti e alle modifiche rispetto alla routine e al consueto utilizzo degli spazi, è stata adattata l’ala dell’edificio per ospitare le sezioni e il dormitorio ed è stato realizzato l’adeguamento dei bagni a misura dei più piccoli: un intervento di circa ottomila euro - aggiunge il sindaco -  Per supportare insegnanti e genitori in questo passaggio non solo di spazi ma anche didattico - ha proseguito il sindaco -  abbiamo finanziato un progetto di coordinamento pedagogico, per un approfondimento metodologico, per 2.800 euro».
 Per l’istituto comprensivo sono inoltre previsti, continua il sindaco, «i finanziamenti diretti del progetto musicale del complesso bandistico, del progetto sportivo della Polisportiva Fornovo sport, dello sportello con lo psicologo ed il cofinanziamento per il Giocampus. Come richiesto dalla scuola stiamo procedendo al saldo dei contributi relativi agli anni 2017 e 2018: nel 2020 metteremo in campo tutti gli sforzi per saldare i contributi restanti del 2018 e 2019 per poter offrire, senza questi costi pregressi, una regolare e più ricca programmazione per il prossimo anno».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA