Sei in Fornovo

polstrada

Torna a Parma dopo aver cambiato generalità in Albania (e con patente falsa): riarrestato

07 gennaio 2020, 11:10

Torna a Parma dopo aver cambiato generalità in Albania (e con patente falsa): riarrestato

Era stato espulso dal territorio italiano nel 2018, con decreto del prefetto e su ordine del questore di Parma vista la sua lunga carriera di reati contro il patrimonio, tra cui furti in abitazione. Se lo sono ritrovati di fronte - ma con un nome diverso - dopo un anno e mezzo gli agenti della Polstrada di Fornovo impegnati ieri in una serie di controlli nei pressi del casello Autostradale A1. Hanno fermato una vettura italiana a bordo della quale c'erano tre cittadini di origini albanesi.

Il conducente -  A.E., 34 anni - ha mostrato ai poliziotti una patente di guida albanese che, sebbene di ottima fattura e apparentemente originale, non ha ingannato l'esperienza degli agenti che hanno capito subito la falsità del documento. A quel punto l’uomo, privo di valido titolo di soggiorno e incensurato secondo le generalità fornite, è stato accompagnato negli uffici per approfondire le verifiche sullo status di straniero presente sul territorio nazionale e per la redazione degli atti conseguenti al possesso del documento falso .
Le indagini hanno permesso di accertare che, sotto altre generalità, il 34enne fosse pregiudicato per reati contro il patrimonio ed espulso nel 2018, con accompagnamento coatto alla frontiera ed il rimpatrio in Albania.

Ma dopo il rientro in patria, l'uomo ha chiesto una variazione anagrafica ed ottenuto nuove generalità e nuovi documenti d’identità con i quali ha fatto rientro a Parma ad agosto. E ieri il nuovo arresto.