Sei in Fornovo

fornovo

La Cisa è un disastro: ora l'Anas annuncia interventi

Accolta la richiesta di lavori di ripristino nel tratto urbano da tempo danneggiato
In programma interventi anche in direzione della Salita e di altre zone del territorio

04 febbraio 2020, 11:21

La Cisa è un disastro: ora l'Anas annuncia interventi

Statale 62 della Cisa: buone notizie dal fronte Anas. A seguito di diversi incontri e sollecitazioni da parte dell’amministrazione in merito alla situazione fortemente degradata del fondo stradale della statale della Cisa, nel tratto urbano, l’ultima delle quali rivolta anche al Prefetto per segnalare la mancanza di sicurezza per pedoni e automobilisti, l’Anas ha risposto positivamente alla richiesta.   Nei giorni scorsi è stato infatti comunicato dalla Struttura territoriale che si è provveduto ad elaborare una perizia per la manutenzione straordinaria, per il ripristino del manto stradale, attraverso un risanamento profondo: intervento che sarà consegnato all’inizio della stagione primaverile. 
Nella comunicazione Anas segnala inoltre che entro l’anno sarà realizzato un ulteriore intervento tra il chilometro 56+214 (Salita) e al km 111+260. In merito alla situazione delle strade comunali l’amministrazione ha individuato diversi interventi prioritari per i quali ha fatto richiesta di finanziamento. L’ultima legge di bilancio prevede infatti un contributo agli enti locali per la spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio: la richiesta, condivisa con l’ufficio tecnico comunale rigurda le progettazioni di messa in sicurezza di due strade comunali, via Marconi e strada Spagnano ed il ponte alla Fornace di Respiccio, per un totale di 41.780,48 euro. A seguito dell’alluvione avvenuta il 3 novembre 2019, il comune aveva inoltre censito e segnalato i danni registrati su tutto il territorio comunale, dagli smottamenti all’occlusione di cunette tombinature e caditoie alla degradazione piano stradale: la situazione più grave riguardava il ponte tra Citerna e Oriano, che durante l’ondata di maltempo era stato chiuso al transito per motivi di sicurezza. Anche per questo intervento sono stati richesti finanziamenti.
Do.C.