Sei in Fornovo

FORNOVO

Fornovo Piazza senza auto: la decisione è definitiva

Da domani scatta il divieto di sosta e parcheggio davanti alla Pieve. Dopo le polemiche l'assessore spiega la scelta

20 settembre 2020, 12:35

Fornovo Piazza senza auto: la decisione è definitiva

Divieto di parcheggio e di sosta in piazza della Pieve. Da domani  entrerà in vigore l’ordinanza con questo provvedimento, esteso a tutte le ventiquattro ore del giorno. Una scelta che appena annunciata ha aperto il dibattito tra la popolazione, soprattutto sui social, suddivisa tra sostenitori e detrattori. 
Se infatti molti cittadini auspicavano da tempo il divieto, se non addirittura la chiusura al transito della piazza, tanti la giudicano negativamente, sia perché ritengono che i parcheggi in paese non siano sufficienti, sia perché credono che la soluzione penalizzi le attività commerciali, già provate dall’emergenza sanitaria. 
L’amministrazione spiega le motivazioni che hanno portato a questa scelta. «Dopo la recente riqualificazione della parte monumentale di piazza IV Novembre grazie al bando "Giubileo della luce" e dopo un periodo di prova e sperimentazione avvenuto nei venerdì dei mesi di luglio e d’agosto, è risultato evidente che le automobili sono un limite nella fruizione della piazza, spesso ingombra di veicoli posteggiati senza alcun rispetto delle persone e dei monumenti: la Pieve Santa Maria Assunta è il nostro gioiello, da valorizzare anche a costo di dover modificare le nostre abitudini». 
Il divieto di parcheggio- prosegue la nota - non preclude il transito veicolare e il carico/scarico da parte dei residenti o la possibilità di accompagnare i fedeli sino all’ingresso della chiesa per partecipare alle funzioni religiose, «ma è volto a favorire e tutelare la mobilità pedonale, a creare un contesto adatto all’accoglienza dei turisti che transitando da Fornovo desiderano visitare la Pieve e migliorare la vivibilità del centro storico. Nelle vicinanze della pieve sono presenti i nuovi parcheggi di via Diaz e i nuovi stalli in piazza della fontana che restituiscono la possibilità di parcheggiare anche nella parte bassa del paese». «Si tratta di una fase di sperimentazione e ovviamente, come per ogni novità, si potranno adottare perfezionamenti, migliorie e adattamenti», spiega l’assessore all’urbanistica Mauro Davoli. «Più volte negli anni passati, già a partire dal 2001, si era tentata questa soluzione che poi non ha avuto seguito. Pensiamo però che sia giunto il momento di percorrere questa strada, come hanno fatto prima di noi tanti paesi, per valorizzare e rendere più vivibile il centro storico: pochi paesi possono vantare un centro di rilevanza storica e artistica come il nostro. E questa, insieme ad altri interventi, è una delle azioni che ha l’obiettivo di valorizzarlo».  Do.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA