Sei in Lesignano

LESIGNANO

Gatti scomparsi, la sindaca: «Teniamo gli occhi aperti». Oggi collegamento con Barbara D'Urso

Per occuparsi della vicenda,  è arrivata anche una troupe del Tg5 

di Maria Chiara Pezzani -

09 settembre 2021, 09:48

Gatti scomparsi, la sindaca: «Teniamo gli occhi aperti». Oggi collegamento con Barbara D'Urso

La notizia della misteriosa scomparsa di circa una cinquantina di gatti a Lesignano Bagni sta attirando sempre più attenzione e alcuni media nazionali ieri hanno ripreso la vicenda. E oggi ci sarà un collegamento da Santa Maria del Piano con Barbara d'Urso.
A raccogliere la testimonianza della dottoressa Luana Giusti è giunta a Lesignano anche una troupe del Tg5, che ha anche filmato il racconto di Emanuela Zoppi e di Anna Veneri, padrone di alcuni gatti di cui si sono perse le tracce. Giusti, veterinaria, in questi mesi ha stilato una lunga lista dei felini scomparsi, accompagnata da una mappa per circoscrivere la zona in cui si sono registrate le sparizioni a Santa Maria del Piano e Lesignano, ma diverse sparizioni si segnalano anche a Mulazzano. Dalla fine di maggio infatti sono decine i proprietari dei felini che hanno lanciato appelli sui social perché i loro animali non hanno fatto ritorno a casa. 


E giorno dopo giorno, la lista si è allungata, arrivando a contare almeno 50 gatti. Tutti senza un particolare pedigree ma accomunati dallo stesso destino. Di loro nessuna traccia, nessun segno, nemmeno una carcassa che possa spiegare cosa gli sia  accaduto. Mentre sono tante le ipotesi che continuano a circolare e mentre  le forze dell’ordine indagano per capire se dietro alle sparizioni dei felini ci sia un denominatore comune, il sindaco di Lesignano commenta la vicenda, chiedendo ai cittadini la massima collaborazione per contribuire a un veloce esito delle indagini. «Siamo a conoscenza di quanto sta accadendo a Lesignano e abbiamo già provveduto a informare le autorità competenti, affinché si possa al più presto far luce su questa inquietante vicenda, così da individuarne cause ed eventuali responsabili - commenta Sabrina Alberini -. L’appello alla cittadinanza è di tenere gli occhi aperti, sporgere denuncia e segnalare tempestivamente alle forze dell’ordine qualsiasi movimento sospetto, indicando esattamente luoghi e orario». 
«Con la collaborazione di tutti  conclude - ci auguriamo che si possa mettere, il prima possibile, la parola fine a questa triste vicenda».