Sei in Monchio

il caso

Manca il medico a Monchio, protesta in piazza

Domenica raccolta di firme per rimediare al grave disservizio

05 maggio 2021, 13:15

Manca il medico a Monchio, protesta in piazza

Prenderà il via sabato, dalla piazza del mercato di Monchio, la raccolta firme promossa dalla minoranza consiliare per richiedere, ancora una volta, attenzione sul tema del medico di medicina generale. Tema caldo, questo, a Monchio, di cui si parlerà anche in una riunione dei rappresentanti del Distretto Sud Est che si terrà oggi a Langhirano. L’istanza, che sarà poi recapitata al sindaco di Monchio, Claudio Riani, e all’Azienda Ausl di Parma, parte da un assunto: «Non riteniamo assolutamente tollerabile che nel momento del bisogno i nostri cittadini non sappiano a chi rivolgersi e, quando riescono a contattare qualcuno, ricevano risposte evasive e del tutto insoddisfacenti», come spiegano i consiglieri di minoranza Amelio Musetti, Matteo Giorgini e Francesca Soldati. Dopo il pensionamento dello storico medico del territorio, infatti, diversi medici si sono succeduti a Monchio, ed oggi ad occuparsi dei mutuati monchiesi sono la dottoressa Bandini di Palanzano, presente a Monchio due mattine a settimana, e la dottoressa Fintschi, proveniente da Parma, presente per un’ora al giorno nei restanti tre giorni della settimana. «Sappiamo che era stato avviato un programma di miglioramento dei servizi territoriali (posto di cure intermedie, casa della salute, adeguamento sede Cri) - prosegue la minoranza - ora inspiegabilmente interrotto. Ma questo non è il momento delle polemiche: oggi, tutti assieme, rivolgiamo una richiesta formale al Comune ed alla Azienda Ausl di Parma affinché si riprenda immediatamente in mano il progetto originario di miglioramento socio sanitario ma, soprattutto, si intervenga immediatamente anche con risorse aggiuntive per sanare una situazione pericolosa, insostenibile e non degna del nostro Paese e della nostra Regione». B.M.