Sei in Montechiarugolo

basilicanova

Finto controllore del gas: spariscono 8mila euro

di Nicoletta Fogolla -

26 luglio 2019, 10:48

Finto controllore del gas: spariscono 8mila euro

Fingendosi un addetto al controllo del gas ha mandato a segno una truffa ai danni di una pensionata di Basilicanova: l'episodio è avvenuto  in via Gramsci. 
L’uomo ha agito facendo finta di essere - come troppo spesso succede - un tecnico del gas. Si è fatto consegnare un «bottino» di circa 8mila euro, costituito da 3 mila euro in contanti e da alcuni oggetti preziosi, del valore complessivo di 5/6 mila euro. 
In quel momento la donna, che vive con il marito, era in casa da sola. Il truffatore si è presentato in divisa da «lavoro» e munito di un tesserino di riconoscimento, ovviamente falso. 
Ha parlato alla pensionata di un imminente pericolo di esplosione dell’abitazione, eventualmente provocata - a suo dire – dalla perdita di gas dell’impianto. E, conseguentemente, della necessità di mettere in sicurezza i valori presenti nello stabile. 
Secondo le informazioni raccolte il finto tecnico, dall’apparente età di circa 30/35 anni, probabilmente italiano e senza accenti particolari, si è introdotto nella casa, dopo aver convinto la donna derubata del possibile pericolo. Peraltro l’uomo, seguendo una prassi solitamente usata in casi simili, avrebbe spruzzato dello spray al peperoncino vicino alle tubature del bagno e della cucina, per annebbiare i riflessi della persona presa di mira. Così mentre il malvivente ha armeggiato accanto all’impianto del gas, la donna è andata a prendere i soldi e gli oggetti preziosi, radunandoli dentro a una borsa, posata poi sul pavimento. 
A quel punto è scattata l’azione del malintenzionato, che prontamente ha afferrato la borsa ed è quindi scappato. La pensionata, resasi conto di essere stata truffata, presa dalla disperazione, ha iniziato a urlare, invocando l’aiuto dei vicini, che hanno provveduto a chiamare i Carabinieri di Monticelli. Sul posto è intervenuto per il sopralluogo, il comandante della Stazione Ugo Travaglini. In base a quanto riferito da persone che abitano nella zona, il ladro avrebbe avuto un complice, coi capelli brizzolati, a bordo di un’autovettura bianca. 
Ora le forze dell’ordine di Monticelli stanno portando avanti gli accertamenti del caso. Dal momento che simili fatti si ripetono di frequente, l’Unione pedemontana parmense, di cui fa parte anche il Comune di Montechiarugolo, ha pubblicato sul proprio sito, i suggerimenti e le strategie, elaborati insieme alla Polizia locale dell’Unione, per difendersi dai raggiri dei falsi tecnici, il cui unico scopo è quello di farsi consegnare soldi e valori. Inoltre ha messo, da tempo, a disposizione dei cittadini, due brochure informative.