Sei in Montechiarugolo

MONTECHIARUGOLO

Un «concorso» per riqualificare il borgo storico

11 gennaio 2021, 10:40

Un «concorso» per riqualificare il  borgo storico

MONTECHIARUGOLO -   La riqualificazione urbana del borgo storico di Montechiarugolo sarà frutto della progettazione scaturita dalle idee degli «addetti ai lavori». 
Di recente, l’Amministrazione comunale di Montechiarugolo ha avviato un procedimento, al fine d’acquisire delle manifestazioni d’interesse da parte di professionisti, preliminare rispetto all’affidamento dell’incarico inerente alla riprogettazione della disciplina particolareggiata del borgo montechiarugolese. Le relative candidature del cosiddetto «Concorso di idee» dovranno pervenire entro il prossimo 2 febbraio.


«Alla fine del 2020 - afferma Daniele Friggeri, sindaco di Montechiarugolo - abbiamo raggiunto un importante risultato, entrando nel Club di prodotto «I Borghi più belli d’Italia». Ora, con il «Concorso di idee» vogliamo continuare il percorso di valorizzazione del nostro splendido borgo, attraverso un lavoro di riqualificazione in sinergia, che preservi le nostre bellezze e metta in campo nuove opportunità». La nuova disciplina dovrà essere in grado di garantire la coerenza tra le caratteristiche e lo stato del territorio e le previsioni degli strumenti di pianificazione. Oltre che verificare nel tempo l’adeguatezza e l’efficacia delle scelte operate, ricercando le soluzioni più adeguate per raggiungere obiettivi generali come: rigenerazione, sviluppo economico-turistico e sociale, tutela, riequilibrio e valorizzazione territoriale.
«La riqualificazione del borgo storico di Montechiarugolo - prosegue Friggeri - rappresenta uno dei punti cardine del nostro programma di mandato. Il nostro intento è quello di fare in modo che, grazie a un processo di valorizzazione e riqualificazione, il luogo torni ad essere il cuore pulsante di un sistema culturale-turistico. Crediamo che siano ormai maturi i tempi per progettualità lungimiranti in tal senso». Il progetto dovrà partire da un’approfondita conoscenza del territorio, fissare obiettivi coerenti con il nuovo Piano urbanistico generale (Pug) ri-assunto e prevedere il coinvolgimento di cittadini e realtà pubbliche e private interessate alla rigenerazione dei luoghi. 


Al «Concorso di idee» possono presentare la loro candidatura: liberi professionisti singoli o associati, società di professionisti, raggruppamenti temporanei di soggetti. Gli interessati dovranno risultare iscritti ai relativi albi professionali e possedere esperienza nel settore della programmazione-pianificazione urbanistica e della tutele paesaggistiche architettoniche. 
N.F.