Sei in Noceto

NOCETO

È morta a 55 anni Isabella Paris Mori, donna forte e speciale

Laureata in pedagogia, insegnante, giornalista, aveva collaborato anche con la Gazzetta di Parma

02 maggio 2019, 08:12

È morta a 55 anni Isabella Paris Mori, donna forte e speciale

Si è spento il sorriso di Isabella Paris Mori. Innamorata della vita, se n’è andata serenamente circondata dall’amore della famiglia e dei tanti amici, a cui aveva donato a piene mani tempo, energia, attenzioni. Aveva 55 anni Isabella e da 20 lottava con dignità e coraggio contro la malattia. «Una donna specialissima, aperta alla speranza, ha vissuto pienamente – ricordano con emozione le amiche Stefania, Renata e Annamaria – era carica di amore verso tutti, sostenuta da una fede matura. Ha attraversato anni durissimi con allegria. Era lei a spingerci a viaggiare e a provare, a inventare occasioni per stare insieme, a farci riconoscere il meglio dentro e fuori di noi». Laureata in pedagogia, insegnante, giornalista – ha collaborato anche con la Gazzetta di Parma – Isabella Paris era attivamente impegnata nell’associazione Doppia Elica e si spendeva per aiutare le persone colpite dal cancro. Con le parole, con gli scritti e soprattutto con il suo esempio. «È riuscita a vivere i momenti più pesanti con leggerezza, pensando sempre ai suoi figli Pietro e Giacomo, grata di aver fatto in tempo ad assaporare il futuro. Intorno a sé è riuscita a costruire armonia e trasmetterla a chi le stava vicino – continuano le amiche – ringraziamo Stefano, suo marito, che ce l’ha donata, ci ha permesso di starle vicino, di coccolarla fino alla fine». Una mente vivace e potente e mani sempre in movimento con cui realizzava gli oggetti della sua straordinaria fantasia creativa, Isabella Paris, era originaria di Brescia, dove ancora vivono la mamma e la sorella e a Brescia è stata riportata dopo la cerimonia funebre a Noceto. «Era una persona molto profonda e ricca spiritualmente, colta amava il cinema e l’arte – dice Francesca la compagna dei tempi del liceo – capace di trasmettere serenità». Condoglianze e vicinanza alla famiglia anche dal sindaco Fabio Fecci che dice: “La sua grande fede, le sue spiccate doti umane, il suo sorriso, la sua capacita di tenere relazioni con amicizia vera: questi per me sono i ricordi di Isabella più belli, che porto nel cuore. Vorrei sottolineare anche la professionalità che ha sempre dimostrato nel suo lavoro di insegnante, di educatrice, di catechista e nell’incarico di direttore responsabile, fino al 2007, dell’Informa Noceto, il notiziario che riporta l’attività amministrativa del Comune. Sono vicino con un abbraccio grande a nome mio personale e di tutta l’amministrazione a Stefano, Pietro, Giacomo, alla sua mamma e ai familiari».

© RIPRODUZIONE RISERVATA