Sei in Polesine

POLESINE ZIBELLO

Il giallo dei cartelli: perché cadono tutti?

Ecatombe di segnali lungo la ciclabile «Bici Parma Po»

di Paolo Panni -

12 giugno 2019, 11:13

Il giallo dei cartelli: perché cadono tutti?

«Ecatombe» di segnali lungo la pista ciclabile Bici Parma Po a Polesine Zibello. 
Una situazione di incuria, e di pericolo, che soprattutto negli ultimi mesi è peggiorata nel centro della bassa. 
Lungo l’argine maestro del fiume Po, sul quale come noto è stata realizzata l’importante pista ciclopedonale «Bici Parma Po», diversi segnali, sia di divieto che di pericolo, sono finiti a terra, in mezzo alla vegetazione, creando peraltro condizioni di pericolo sia per chi pratica attività lungo l’argine sia per i mezzi che si occupano dello sfalcio dell’erba. Stesso discorso anche per vari cartelli turistici.
 Diversi cittadini, e con loro il comitato «Amici del Grande fiume» sono intervenuti chiedendo che si provveda quanto prima al ripristino della segnaletica, non solo per una questione di decoro ma, ancora di più, per migliorare le condizioni di sicurezza di tutti.
 «Anche da queste cose – ha affermato il comitato Amici del Grande fiume – si può notare se vi sia, da parte dei diversi enti, un reale interesse verso la valorizzazione turistica e culturale dell’ambiente del Po e delle sue golene». Resta anche da capire come mai siano così tanti i cartelli abbattuti: casualità o una sorta di divertimento per qualcuno?