Sei in Polesine

polesine zibello

Po Circus, tutti a scuola nell'aula all'aperto a due passi dal Po

21 aprile 2021, 10:03

Po Circus, tutti a scuola nell'aula all'aperto  a due passi dal Po

Polesine Zibello  Una grande aula all’aperto, in mezzo al bosco del Po. Per dare ai bambini non solo la possibilità di una maggior sicurezza, ma anche per vivere a diretto contatto con l’ambiente, conoscerlo e studiarlo. Per banchi comodi ceppi in legno, per pavimento l’erba della golena; per tetto i pioppi e gli alberi autoctoni del fiume. 
Si chiamerà Po Circus, e già la prossima settimana sarà a disposizione. Questa la nuova perla del sindaco di Polesine Zibello Massimo Spigaroli, uno che di idee innovative e spettacolari ne sa qualcosa. L’idea è stata presentata in occasione delle nuove giornate che i bambini della scuola primaria hanno vissuto in questi giorni in riva al fiume, nell’ambito del progetto «Puliamo il Po e puliremo il mondo», partito poco più di un anno fa (sempre da un’idea di Spigaroli) e promosso dall’Amministrazione comunale di Polesine Zibello col supporto di Autorità distrettuale del Fiume Po, Regione Emilia Romagna, Università di Parma, Legambiente, Confagricoltura Parma, Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori e associazioni venatorie, EmiliAmbiente, Consorzio di tutela del Culatello di Zibello, Iren, Fidenza Village, Parma io ci sto!, Destinazione Turistica Emilia, Chef to chef Emiliaromagna cuochi, Ipam, Stm, Caseificio Galli, Po Grande e Istituto comprensivo di Busseto e Polesine Zibello. Progetto che non si è mai fermato, nemmeno con il «Covid».
 «E’ stato solo rallentato – ha detto il sindaco – ma, anche se in modo diverso è andato avanti». 
La golena è stata in larga parte pulita da plastiche e rifiuti (di recente anche con una giornata che ha visto protagonisti gli studenti dell’Itis «Galilei» di San Secondo); in più, sono state messe a dimora le 700 piante che il Comune (ai primi posti, tra i piccoli comuni della regione per la raccolta differenziata) ha ottenuto partecipando al bando regionale per la distribuzione gratuita di piante forestali nell’ambito del progetto «Quattro milioni e mezzo di alberi in più. Piantiamo un albero per ogni abitante dell’Emilia-Romagna», è iniziato il recupero del parco «Galline Pioppe» e si è al lavoro per la creazione di un nuovo, spettacolare, percorso «ippociclopedonale» che attraverserà tutto il comune.
 Ora la creazione dell’aula «Po Circus» presentata ai bambini durante una nuova giornata in golena che, grazie anche alla collaborazione del circolo «Aironi del Po» di Legambiente, li ha portati a conoscere la fauna e la flora del Po, contribuendo anche all’ampliamento dell’«Ortobosco» realizzato, da mesi, nel parco della scuola. L’iniziativa, come spiegato dallo stesso Spigaroli, è andata in porto grazie anche alle recenti decisioni prese, in fatto di scuola, dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che da assessore regionale alla scuola lo scorso anno aveva tenuto a battesimo il progetto «Puliamo il Po e puliremo il mondo» partecipando alla giornata inaugurale nel corso della quale aveva anche messo a dimora un albero nel giardino della scuola. Tra Spigaroli e Bianchi esiste da tempo una solida amicizia, fatta di collaborazioni su importanti progetti che hanno riguardato anche il settore della scuola alberghiera. «Grazie alle decisioni del ministro Bianchi – ha commentato Spigaroli – i bambini sono usciti a far lezione all’aperto e stiamo pensando, a chiusura dell’anno scolastico, ad un evento in cui presentare tutto ciò che abbiamo fatto, anche durante il tempo del Covid. La nostra – ha aggiunto – è una piccola scuola fatta di docenti eccellenti che fanno dell’insegnamento una missione di vita; un’eccellenza italiana». 
Il ministro Bianchi è già stato informato di tutto e, nel parlare a sua volta di «piccola scuola eccellente» non ha escluso, impegni permettendo, di poterla di nuovo visitare nei prossimi mesi. 
Paolo Panni