Sei in Sala Baganza

Centro per le Famiglie

I corsi pre-parto arrivano anche a Sala Baganza

29 settembre 2020, 11:42

I corsi pre-parto arrivano anche a Sala Baganza

Nel distretto Sud Est c’è una novità: le future mamme potranno frequentare i corsi pre-parto al Centro per le Famiglie di Sala Baganza, grazie ad una collaborazione tra Ausl di Parma e Azienda Pedemontana Sociale.

I percorsi di accompagnamento alla nascita, organizzati dal Consultorio di Collecchio, a partire da ieri, lunedì 28 settembre, si svolgono anche negli spazi del centro, al civico 36 di via Vittorio Emanuele II, con incontri in presenza e in diretta streaming. Un’opportunità in più che rappresenta un esempio virtuoso di integrazione tra i servizi socio-sanitari territoriali a disposizione delle famiglie dei comuni dell’Unione Pedemontana Parmense e dell’Unione Montana Appennino Parma Est.

I corsi pre-parto, organizzati dall’Azienda Usl, hanno per obiettivo la creazione di un legame tra gli operatori sanitari e le donne in gravidanza, dando alle future mamme le basi per renderle consapevoli delle loro capacità, perché siano parte attiva nel percorso verso la nascita del loro bambino. Le tematiche che verranno affrontate saranno sei, una per ogni incontro. Durante i primi quattro appuntamenti online, verranno trattati i seguenti argomenti: “Gravidanza”, “Prima del Parto”, “Il travaglio e il parto” e “Il puerperio e il neonato”. Negli ultimi due, che si svolgeranno in presenza, le future mamme potranno incontrare dal vivo la psicologa e l’ostetrica. Per partecipare agli ultimi due ritrovi in presenza, ai quali potranno partecipare 12 persone al massimo, occorrerà osservare rigidamente i protocolli anti-covid.

Oltre al distanziamento fisico di almeno un metro, garantito dagli ampi spazi disponibili, sarà obbligatorio indossare sempre la mascherina. All’ingresso verrà misurata la temperatura corporea e occorrerà igienizzare le mani con l’apposita soluzione che verrà messa a disposizione dagli operatori. Ogni partecipante dovrà inoltre fornire informazioni su eventuali sintomi, contatti a rischio e viaggi all’estero nei Paesi più colpiti dalla pandemia.