Sei in Salsomaggiore

salsomaggiore

Addio a Daccò, il professore che guidò le Terme di Tabiano

Commercialista, docente universitario e uomo di grande fede. Era nato nel 1937

26 marzo 2020, 09:02

Addio a Daccò, il professore che guidò le Terme di Tabiano

Salsomaggiore piange la scomparsa del professor Giuseppe Daccò. Nato nel 1937 nella città termale, si era diplomato al liceo scientifico Marconi di Parma laureandosi poi in Economia e Commercio presso l’ateneo ducale all’inizio degli anni Sessanta. Visto l’ottimo curriculum di studi, fu chiamato subito dopo alle dipendenze dell’Italsider a Genova, prima di essere chiamato a metà degli Sessanta, dall’allora amministrazione comunale guidata dal sindaco Arrigo Porcellini, alla direzione amministrativa dell’azienda termale di Tabiano, all’epoca di proprietà del Comune: sotto la gestione di Daccò venne data un’impronta imprenditoriale all’attività - che comprendeva oltre al comparto sanitario anche quello di imbottigliamento ed alberghiero - fino ad allora condotta dall’ente pubblico. 
«Si trattò di una sorta di rivoluzione per l’epoca e questo avvenne grazie alle capacità ed all’esperienza di una persona qualificata come il dottor Daccò - afferma Adriano Carapezzi, che fece parte dello staff del professore -. Ha cambiato l’impostazione alla gestione dando un’impronta imprenditoriale ad un’azienda fino ad allora gestita dal Comune. In sostanza una sorta di municipalizzazione ante litteram». 
Successivamente Giuseppe Daccò venne chiamato alle dipendenze dell’Università di Parma che gli assegnò la cattedra del corso di Organizzazione aziendale alla facoltà di Economia. 
Per alcuni anni affiancò insegnamento e direzione aziendale poi dovette decidere, sulla base della normativa, quale seguire, optando per il primo fino al collocamento a riposo. 
Daccò svolse anche la libera professione di commercialista aprendo uno studio nella città termale.
 Profondamente religioso, Daccò crebbe, come si suol dire, all’ombra del campanile della parrocchia di Sant’Antonio insieme a tanti giovani della sua età sotto la guida di padre Gianantonio, ricoprendo per alcuni anni anche il ruolo di consulente per la Diocesi. Appassionato sportivo, milito nelle file del Salso Calcio. Le ceneri di Giuseppe Daccò riposeranno nel cimitero civico.