Sei in Sorbolo

Addio a Giancarlo Gelmi, l'ex sindaco 'montanaro' di Sorbolo

31 dicembre 2019, 10:55

Addio a Giancarlo Gelmi, l'ex sindaco 'montanaro' di Sorbolo

Grande commozione a Sorbolo per la notizia della scomparsa di Giancarlo Gelmi, sindaco del paese dal 1990 al 1992. Un montanaro "prestato" alla Bassa, ma con gli scarponi e il bastone sempre al fianco. 

"Una persona dalla grande generosità e dal grande senso civico", lo ricorda il sindaco Nicola Cesari. "Uno spirito libero, un uomo originale che sosteneva con energia le sue idee, anche a rischio di impopolarità. Era sempre in biblioteca, al circolo, alle iniziative del paese: sempre a parlare di un libro che gli interessava o di una mostra che poteva suggerire", continua l'assessora Cristina Valenti. 

Ecco invece il ricordo degli amici di Sorbolo:

“ L’assessore che sosteneva tutto questo era Giancarlo Gelmi”: lo diceva Pierangela Negri, assistente sociale del Comune di Sorbolo dal 1974 al 1984 e lo si trova scritto in una piccola ma importante pubblicazione dell’Amministrazione dal titolo “ Oriele e le altre” dedicato, nel 2007, a Oriele Pizzarotti e alle lotte e alle conquiste delle donne negli annni ’70 a Sorbolo.

Prendetela in biblioteca per favore, perchè li sta scritto quanto il dinamismo dell’ ”assessore che sosteneva tutto questo.. ” ha fatto crescere questo nostro paese. Erano anni in cui sì, si vedevano sorgere nuove strutture, ma sopratutto erano gli anni in cui, sfruttando, tra i primi, le nuove leggi che favorivano l’introduzione dei servizi a favore dei cittadini, anche qui a Sorbolo e grazie a Giancarlo, abbiamo avuto il Consultorio Familiare, l’Asilo Nido, il Doposcuola, il Centro Diurno Estivo per ragazzi, il Servizio di Assistenza agli Anziani con la presenza a domicilio e i soggiorni climatici.

Il giovanotto di Folgaria che aveva trovato lavoro come geometra nella nostra coop. Martignoni e che qui, con la moglie Enza aveva “messo su casa”, si era subito impegnato in politica ed era stato eletto consigliere nel 1970 nelle liste del PCI. Nominato assessore e rimboccatosi le maniche ha contribuito a fare di Sorbolo negli anni 70-80 un paese nel quale si veniva volentieri ad abitare e a vivere e del quale è stato sindaco dal 1990 al 1992. Il lavoro lo ha portato a ricoprire importanti incarichi nella principale cooperativa di costruzioni di Parma dove ha trovato soddisfazioni e amarezze insieme, come in politica dove a volte è stato osteggiato ben oltre la legittima critica. Negli amici e nella famiglia che salda gli è stata accanto, ha trovato la forza di superare le difficoltà mantenendo le convizioni che lo hanno accompagnato negli anni migliori e che, nonostante qualche problema di salute, gli hanno permesso di non cessare la lettura degli avvenimenti e la loro caratterizzazione politica.

La sera del malanno era forte e sereno, disponibile al dialogo dei giorni di festa. Poi la sua vita si è compiuta e ora insieme vogliamo essere qui a ricordarci di lui , di quanto ha fatto per Sorbolo, di quanto qui si è speso per tutti noi. Grazie Giancarlo".

 

I funerali si svolgeranno, in forma civile, il 2 gennaio alle 14.30 partendo dalla casa funeraria di Sorbolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA