Sei in Tornolo

TARSOGNO

Turismo, il comune scommette sul rilancio a 360 gradi

Riapre l'albergo Plaza che affianca il Miramonti. Arredo urbano, negozi e percorsi naturalistici

di Giorgio Camisa -

03 luglio 2020, 10:45

Turismo, il comune scommette sul rilancio a 360 gradi

  Tarsogno, frazione del comune di Tornolo, l’ultimo lembo di terra ai confini con la Liguria conosciuto come il paese delle Fonti, vuole ritornare ad essere la piccola Svizzera degli anni settanta e ottanta quando il paese con i suoi  dieci alberghi, due ristoranti e tre pizzerie era la meta turistica estiva preferita  non solo di tanti  parmigiani ma anche di numerosi liguri, lombardi e toscani. Vengono ora offerte  nuove opportunità a villeggianti e turisti che quest’anno, in base alle  previsioni fatte da commercianti e ristoratori, pare stiano riscoprendo  località come questa,  non eccessivamente lontane dalle città di  ben quattro regioni e a soli quaranta chilometri dalla riviera ligure. 
Con questo obbiettivo amministrazione comunale e associazioni di volontariato del paese, per superare questo momento di evidente crisi socio-economica, hanno dato vita ad una campagna comune per il rilancio turistico a 360 gradi. Il sindaco Renzo Lusardi con tutti i suoi consiglieri stanno investendo molte risorse per creare un ambiente accogliente alle tante famiglie che hanno già scelto e altre lo faranno nei prossimi giorni, di passare le loro vacanze in loco. 
Da una settimana alcune squadre di operai comunali sono impegnati nello sfalcio dell’erba, nella potatura delle piante ornamentali, a mettere in sicurezza marciapiedi, aree di sosta, riordinare il parco giochi parrocchiale e il centro sportivo polivalente Pei di Ravezza. 
A giorni riaprirà con una veste più elegante sia all’esterno che all’interno l’Albergo Plaza che affiancherà il Miramonti attivo da ormai un anno, riaperti i grandi magazzini di abbigliamento del Senato e, lo sportello bancario con bancomat recentemente chiuso sarà presto riattivato e sarà gestito da un altro Istituto di credito. L’ufficio di informazioni turistiche della Proloco in via Noberini 1 è pronto a dare ogni tipo di consiglio tutti i giorni dalle 9 del mattino fino a sera, così sarà anche per le visite guidate al museo dell’Emigrante. 
Intanto la comunalia di Tarsogno sta riordinando strade, sentieri e faggete del monte Zuccone per rendere piacevole il parco naturale frequentato da escursionisti e camminatori. «Insieme possiamo farcela e riguadagnare parte del terreno perduto - ha affermato con piena convinzione  il sindaco Lusardi - . Io ci credo e sono il primo a mettermi in gioco...».