Sei in Tornolo

DISAGIO

Da domani Tarsogno e Tornolo restano senza farmacia

Chiude un punto di riferimento essenziale per il territorio. Sindaco fiducioso: «Presto riusciremo a riaprirle entrambe»
 

di Giorgio Camisa -

31 ottobre 2020, 09:41

Da domani Tarsogno e Tornolo restano senza farmacia

La farmacia di Rosa Maria Chiappari  di via Provinciale Sud a Tarsogno stasera chiuderà definitivamente e i residenti dovranno salire a Santa Maria del Taro (22 chilometri circa) oppure scendere ad Albareto o Bedonia (12 chilometri) per rifornisti dei loro farmaci. 
La notizia circolava da qualche mese ma ora è ufficiale, dopo 25 anni abbassa le saracinesche. 
Una doccia fredda che preoccupa i residenti i quali erano molto affezionati alla loro farmacista e gli sono grati per il servizio che ha dato in tutti questi anni per rendere meno complicata la vita di anziani ed ammalati. 
Rosa Maria da qualche anno aveva chiuso a Tornolo capoluogo, ma garantiva il servizio e la consegna a tutti gli abitanti del posto anche a domicilio, mentre a Tarsogno era presente ogni giorno nel suo negozio pronta a risolvere qualsiasi problema: era un punto di sicuro riferimento per il medico e per i clienti. Molte le interrogazioni rivolte al sindaco Renzo Lusardi, che, anche stavolta dimostrando carattere, si sta impegnando per cercare di  rimarginare in breve tempo questa ferita. 
«L’amministrazione comunale è da tempo che ha preso a cuore questo fatto e, come abbiamo recentemente risolto il problema della riapertura della Banca Credem, un’operazione impegnativa per un paese di soli 400 abitanti, posso affermare che a breve riusciremo ad avere nuovamente la farmacia a Tornolo e Tarsogno - ha così risposto alle nostre domande il primo cittadino -. Quando si tratta di servizi così importanti sono il primo a mettermi al lavoro per ripristinarli o addirittura crearne dei nuovi».