Sei in Parma centro

PIAZZA GHIAIA

Ghiaia, ecco il defibrillatore: la città è sempre più cardioprotetta

Sistemato accanto alle scale su via Mazzini è stato donato dal Rotaract Parma Est
 

29 gennaio 2021, 10:01

Ghiaia, ecco il defibrillatore: la città è sempre più cardioprotetta

Il cuore di Parma è cardioprotetto. Ieri mattina all'angolo tra Via Mazzini e Viale Mariotti è stato inaugurato il 65esimo defibrillatore della città, accanto alle scale di accesso alla Ghiaia.  In un punto nevralgico, molto frequentato da cittadini e turisti, un totem riscaldato accoglie ora  un apparecchio salvavita a disposizione della cittadinanza per la rianimazione cardiopolmonare.

Il nuovo defibrillatore, donato dal Rotaract Parma Est e installato grazie alla gentile collaborazione dell’Assistenza Pubblica Parma, si va ad aggiungere agli oltre 30 già installati dal Comune di Parma in alcune strade, scuole e palestre parmigiane e ai 32 Dea che l’Assistenza pubblica ha distribuito sul territorio nell’ambito del Progetto “Dritto al cuore D-Parma”. Tutti i defibrillatori sono censiti dalla centrale 118 dell'Emilia Romagna.

Al momento inaugurale, che si è tenuto nel rispetto della normativa di prevenzione Covid 19, ma che ha evidenziato la felice collaborazione in atto tra realtà e istituzioni locali, hanno partecipato l'assessore alla Sanità del Comune, Nicoletta Paci; Denis Yong Ballarin, presidente del Rotaract Parma Est;  Paolo Vicari coordinatore generale dell’Assistenza Pubblica,  e Adriano Furlan,  direttore della struttura complessa Centrale operativa 118 dell’Azienda Ospedaliera di Parma.

Ogni anno, in Italia, oltre 50.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. Intervenendo rapidamente con la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione molte di esse possono essere salvate. In caso di arresto cardiaco l'intervento precoce da parte delle persone presenti sul posto, attraverso le prime manovre di rianimazione e l'utilizzo dei defibrillatori semiautomatici, può rivelarsi decisivo per la sopravvivenza del paziente. 
Da parte sua, il Rotaract Parma Est, nel rispetto del suo motto “servire al di sopra degli interessi personali”, ha deciso di donare un defibrillatore alla città   con la speranza che cittadini e turisti possano godere della bellezza del   centro   sapendo che, in caso di necessità, esiste una capillare rete di dispositivi salvavita, pronta all’uso.