Sei in Il Parma

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

25 marzo 2017, 18:09

Chiudi
PrevNext
1 di 3

L'assessore allo Sport del Comune di Parma ha intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro. Mistrali, classe 1902, è stato goleador e poi regista di un Parma che arrivò alla serie superiore proprio con lui. Il bomber Mistrali esordì nel '25 in una partita contro la Juventus. E' riconoscibile nelle foto d'epoca per la retina nei capelli. Mistrali ha segnato 43 goal in 114 partite: una rete ogni tre.

 “Questo che intitoliamo oggi - ha detto l'assessore  Giovanni Marani - è un campo di quartiere, che oggi è ancora segnato dall'alluvione. Mistrali è stato un grande giocatore, ma è ancora vivo il suo ricordo anche per il suo carattere e la sua signorilità. La sua è la storia di un calcio che non c'è più. Un calcio dove Mistrali non contrastò un avversario, reduce da un grave infortunio, per tutta la partita pur perdendo 6-1 coi bianconeri. Uscì dal campo, però, tra grandi applausi di pubblico. Mistrali proseguì l'attività come allenatore. Questo campo che è appunto un luogo per i giovani è bene che ricordi uomini e giocatori con questo spirito. Mistrali è cresciuto nella Virtus, poi a 19 anni, è entrato nel Parma, ha giocato nella Reggiana per poi tornare alla sua squadra e dopo la carriera allenare le giovani leve. Con il passare degli anni ricordava spesso Riber che si alzava alle cinque del mattino per allenare gli operai prima del loro ingresso in fabbrica”.

 Alla cerimonia hanno partecipato i figli Gianluca, Maurizio e Tazio Mistrali che hanno ringraziato commossi l'Amministrazione per questa scelta che ricorda alla città “uno stile romantico del calcio. Nostro padre sapeva giocare, ma ricordiamo anche il carattere e la classe di un uomo di altri tempi” e Pietro Trascinelli Vice presidente PPC in rappresentanza del Parma Calcio.