Sei in Il Parma

A Bergamo seconda sconfitta consecutiva del Parma: 3-0. Gobbi e D'Aversa: "Perso per errori" Video

27 ottobre 2018, 16:28

Chiudi
PrevNext
-Un Po' Di Statistiche: Quanto È Pratico Questo Parma
Un Po' Di Statistiche: Quanto È Pratico Questo Parma
1 di 8

Ilicic incontenibile, il Parma ha retto (rendendosi pericoloso un paio di volte) fino alla sfortunatissima deviazione di Gagliolo. Poi l'Atalanta ha calato l'uno-due con Gomez e Mancini. Seconda sconfitta, netta, per il Parma a Bergamo contro l'Atalanta: 3-0. 

La classifica

1. Juventus 28
2. Napoli 21
3. Inter 19
4. Lazio 18
5. Sampdoria 15
6. Fiorentina 15 
7. Roma 14
8. Sassuolo 14
9. Torino 14
10. Genoa 13
11. Parma 13
12. Atalanta 12
13. Milan 12
14. Spal 12
15. Cagliari 10
16. Udinese 8
17. Bologna 8
18. Empoli 6
19. Frosinone 2
20. Chievo -1

- Parma e Atalanta, Juve ed Empoli, Fiorentina e Torino una partita in più

-Genoa e Milan una partita in meno

La partita in pillole

88' Cannonata di Ilicic: traversa

80' Dentro Scozzarella, esce Stulac

79' Gol Atalanta. Mancini riceve palla a ridosso della porta, non fallisce

73' Dentro Ciciretti, esce Barillà

72' Gol Atalanta. Assist di Mancini dalla trequarti. Sul secondo palo Gomez colpisce a rete per un comodo tap-in. Gol convalidato dal Var.

67' Parma in area, batti e ribatti: fuori

63' Ancora Ilicic, Sepe in due tempi salva

61' Fallaccio di Gagliolo. Ammonito

54' Atalanta in vantaggio. Ilicic scarica dalla distanza, Sepe respinge. La palla finisce sulla gamba di Gagliolo e rimbalza in rete.

49' Respinta di Berisha sui piedi di Gervinho a ridosso della porta. L'occasione più grande del match fino ad ora è deviata in angolo

Primo tempo

55' Ilicic spara dalla distanza, Sepe respinge ma la palla finisce sulla gamba di Gagliolo che la devia in rete. Gol Atalanta

45' Finisce il primo tempo. Più Atalanta, ma il Parma non ha demeritato, un paio di occasioni le ha avute.

42' L'Atalanta torna a premere

37' Fase tranquilla della partita

32' Gosens sulla sinistra crossa al centro dell'area: Barroiw in tuffo di testa colpisce a botta sicura a tu per tu con Sepe. Palla centrale, il portiere crociato blocca.

27' Ilicic dalla distanza: Sepe devia in angolo

25' Da lontano ci prova Barillà. Fuori di poco

23' Fallo tattico di Barillà. Diffidato, salta il Frosinone

22' Ceravolo di tacco, Berisha salva.

18' Due angoli consecutivi per il Parma. Buon momento per i crociati: Ceravolo tocca di testa, fuori di poco

14' Dopo un paio di tentativi, il Parma arriva al tiro con Di Gaudio: altissimo.

7' De Roon dalla distanza. Sepe ancora pronto

5' Leggera pressione dell'Atalanta: Ilicic spara da fuori, Sepe blocca.

Le squadre in campo

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Barrow, Ilicic. A disposizione: Gollini, Rossi, Adnan, Bettella, Castagne, Djimsiti, Pasalic, Pessina, Valzania, E. Rigoni, Zapata. Allenatore: Gasperini.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni, Stulac, Barillà; Gervinho, Ceravolo, Siligardi. A disposizione: Frattali, Bagheria, Bastoni, Gazzola, Deiola, Scozzarella, Ciciretti, Di Gaudio, Biabiany, Sprocati. Allenatore: D'Aversa.

La presentazione della partita (di Paolo Grossi)
Come la Lazio, anche l'Atalanta gioca un campionato diverso da quello del Parma. Forse non così diverso, ma la caratura dei bergamaschi è superiore, non foss'altro che per il piazzamento da Europa League (poi gettata malamente al vento nel preliminare) e per un mercato come sempre funzionale. Dopo la Juve, l'Atalanta, pur con altri obiettivi e pressioni, è il club più moderno e meglio gestito nel panorama nazionale. Un vivaio da sempre fucina di talenti, l'acquisizione dello stadio, un pubblico appassionato e affezionato sono ingredienti importanti del piatto che alla fine Gasperini serve in campo. Quest'anno la bile per l'esclusione dalla Coppa (dopo il prestigioso e sfortunato cammino della passata stagione) ha un po' inibito la squadra nelle prime giornate. Adesso però Gomez e compagni sembrano sciolti e oggi saranno un osso assai duro per i crociati. L'attacco ad esempio con Gomez dietro a Zapata e Ilicic è potenzialmente di altissimo livello e difficile da contrastare anche sul piano tattico. In mezzo il leader è Freuler, davvero forte e duttile. La difesa potrebbe essere un po' il tallone di Achille, specie se Gervinho, oggi al rientro, avrà la condizione fisica per mettere alle corde la catena di sinistra avversaria.
Purtroppo al suo fianco non ci sarà Inglese e così dovrebbe toccare a Ceravolo, il quale per caratteristiche attacca gli spazi e potrebbe fare male agli avversari. L'unico vero dubbio del tecnico in questa vigilia riguarda le condizioni di Gobbi, che verrebbe sostituito da Bastoni, un ragazzo di gran talento forgiato proprio a Zingonia. La sua presenza e quella di Iacoponi a destra potrebbero consentire in ogni momento di difendere, se D'Aversa lo riterrà necessario, con tre centrali.
Che partita dobbiamo aspettarci? Il Parma ci ha abituati a stare sulle sue (ha il baricentro medio più basso della serie A) invitando la pressione avversaria per poi cercare di colpire in ripartenza. Certo che quando la strategia si concretizza ci vuole precisione chirurgica. I crociati l'hanno abbastanza avuta sin qui se si guarda al rapporto tra i tiri nello specchio e i gol, ma con la Lazio un black out su questo piano è stato letale. Tornare cinici potrebbe voler dire fare risultato a Bergamo.