Sei in Il Parma

Ancora un secondo tempo "fatale", Pavoletti affonda i crociati: Cagliari-Parma 2-1

Finito il match, dai i voti ai crociati con il pagellone - Vota

16 febbraio 2019, 17:07

Chiudi
PrevNext
1 di 25

Finisce Cagliari-Parma, 2-1. Un altro secondo tempo "fatale" ai crociati, che si erano portati in vantaggio con un bel gol di testa di Kucka nel finale del primo tempo. Poi Pavoletti è salito in cattedra e al 64' e all'84' con una doppietta, regala i tre punti al Cagliari. Il Parma non vince da 4 partite (tre sconfitte e un pareggio). 

La partita in pillole

89' Fallo su Kucka, ammonito Joao Pedro che protesta: altro giallo, espulso

88' Dentro Ceravolo, fuori Barillà

87' Cross dentro, Cragno blocca prima che Inglese colpisca

84' Pavoletti svetta di testa e raddoppia: Cagliari-Parma 2-0

78' Ammonito Cigarini

68' Botta dalla distanza di Bastoni, centrale, Cragno blocca

65' Pareggio di Pavoletti (cross di Ceppitelli) ad un metro dalla porta

64' Dentro Rigoni, fuori Stulac

56' Deiola fuori, al suo posto entra Kiril Despodov 

53' Cross di Biabiany, aggancia Inglese, la sua girata è fuori

51' Poche idee e poco chiare in campo. Ammonito Deiola che trattiene per la maglia Bastoni

Fine del primo tempo: Parma in vantaggio a Cagliari 1-0. Gol di Kucka. I rossoblù escono dal campo fischiati dal proprio pubblico

40' Kucka svetta di testa su cross dalla sinistra di Gobbi: Cragno non ci arriva, gol del Parma

36' Bella torsione di testa di Inglese, Cragno blocca

35' Ammonito Cigarini  per fallo (forse da rosso) su Stulac

23' Charalampos Lykogiannis (Cagliari) al posto di Luca Pellegrini infortunato

20' Ancora Pavoletti non aggancia da posizione favorevole

17' Tiro impossibile di Stulac dalla distanza. E' il primo segnale di vita del Parma. Ma la palla è altissima sulla traversa

15' Prima parte del match di marca rossoblù

13' Bordata dell'ex crociato Deiola, Sepe respinge

8' Spettacolare colpo di testa di Ceppitelli su angolo. Alto di poco

3' Ancora Pavoletti che riceve palla in area ma la sua girata è scoordinata.

2' Lancio lungo per Pavoletti, ma Alves e Iacoponi chiudono. Sepe blocca

Le formazioni

D'Aversa ha ufficializzato l'11 con cui sfiderà il Cagliari. Tutto come nelle previsioni: Stulac in regia, in difesa Gobbi torna titolare e Biabiany in avanti dopo che, contro l'Inter, aveva iniziato Siligardi.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Deiola, Cigarini, Barella; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti. A disposizione: Aresti, Rafael, Leverbe, Lykogiannis, Romagna, Srna, Bradaric, Ladinetti, Olive, Despodov, Doratiotto. Allenatore: Maran. PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Bastoni, Gobbi; Kucka, Stulac, Barillà; Biabiany, Inglese, Gervinho. In panchina: Frattali, Begheria, Gazzola, Rigoni, Dezi, Sprocati, Machin, Diakhate, Siligardi, Ceravolo. Allenatore: D'Aversa.

La classifica 

JUVENTUS 66
NAPOLI 52
INTER 43
MILAN 39
ATALANTA 38
LAZIO 38
ROMA 38

TORINO 34
SAMPDORIA 33
FIORENTINA 32
SASSUOLO 30
PARMA 29
GENOA 25

CAGLIARI 23
SPAL 22
UDINESE 19
BOLOGNA 18
EMPOLI 18
FROSINONE 16
CHIEVO* 9

IL PROGRAMMA
JUVENTUS-FROSINONE 3-0 (ieri)
CAGLIARI-PARMA 2-1
ATALANTA-MILAN ore 20,30
SPAL-FIORENTINA domenica ore 12,30
EMPOLI-SASSUOLO domenica ore 15
GENOA-LAZIO domenica ore 15
UDINESE-CHIEVO domenica ore 15
INTER-SAMPDORIA domenica ore 18
NAPOLI-TORINO domenica ore 20,30
ROMA-BOLOGNA lunedì ore 20,30

La presentazione (di Paolo Grossi)

La cosa incoraggiante, alla vigilia di questa Cagliari-Parma, è che i crociati nel 2019 in trasferta hanno fatto 4 punti su 6, mentre in casa 0 su 6. Si può dunque sperare che in Sardegna possano far valere quelli che fin qui in stagione sono stati i loro principali talenti, cioè la capacità di difendere in modo coriaceo (anche se ultimamente qualcosa di troppo s'è concesso) e di ripartire letalmente.
Dati alla mano ieri D'Aversa ha voluto sottolineare che sabato scorso Parma e Inter hanno offerto nel secondo tempo un rendimento analogo sul piano fisico e che quindi non si deve parlare di crolli della sua squadra. Ne prendiamo atto, ma i dati dicono anche che il Parma ha perso 10 punti nei secondi tempi e allora se non c'è stanchezza fisica sarà mentale. Diciamo che più va avanti la gara più emergono i limiti. Di correre poi ci sono diversi modi ma approfondiremo in altra sede. Detto ciò però lo stile di gioco dei crociati sin qui non solo ha pagato, ma si è mostrato versatile, perché a tratti, tipo i primi venti minuti coi nerazzurri, l'atteggiamento è stato aggressivo e più alto, e anche spettacolare perché Inglese e Gervinho, che insieme hanno fatto 16 dei 24 gol del Parma, sono un piacere per gli occhi di chi ama il calcio. E allora inutile cercare il freddo per il letto. Bisogna però mantenere alta la fame che ti spinge a stare concentrato. Di recente c'è stato qualche black out di troppo. Gli avversari ti studiano, si adeguano e cercano di colpirti nei presunti punti deboli. E altrettanto farà il Parma.
Il Cagliari, come del resto i crociati, oggi avrà qualche forfait pesante ma resta formazione ostica, temibile nel gioco aereo con Pavoletti ma rapida e tecnica sulla trequarti. Vista la pressione che c'è sugli isolani, sarà di certo un battaglia. Con l'incognita delle vibranti e diffuse proteste dei pastori sardi che gettano il latte nei fossi per contestare i prezzi risibili con cui glielo comperano. C'è la possibilità che il calcio venga utilizzato per dare risonanza a queste istanze: staremo a vedere, sperando che i pastori trovino risposte dignitose e che il Parma trovi un risultato positivo che oggi lo avvicinerebbe ancora di più, e con confortevole anticipo, all'agognata salvezza.