Sei in Il Parma

Gol, emozioni e (finalmente) un punto per un match infinito: Empoli-Parma finisce 3-3

Fate voi le pagelle di Empoli-Parma

02 marzo 2019, 15:33

Chiudi
PrevNext
1 di 18

Gol e emozioni per un match "infinito" (ben 7 minuti di recupero) ma anche polemiche (per il secondo gol crociato). Ci mettiamo anche il var, un rigore e un finale ricco di occasioni. Empoli-Parma finisce 3-3 con i crociati sempre in vantaggio e sempre recuperati dai toscani. Il Parma comunque torna a fare punti e tocca quota 30. 

Risultati
CAGLIARI-INTER 2-1
EMPOLI-PARMA 3-3 
MILAN-SASSUOLO 1-0
LAZIO-ROMA 3-0
TORINO-CHIEVO 3-0
GENOA-FROSINONE 0-0
SPAL-SAMPDORIA  1-2
UDINESE-BOLOGNA 2-1
ATALANTA-FIORENTINA  ore 18
NAPOLI-JUVENTUS  ore 20,30

La classifica

Juventus 69 
Napoli 56
Milan 48 
Inter 47 
Roma 44
Lazio 41 
Torino 41 
Sampdoria 39 
Atalanta 38 
Fiorentina 36 
Sassuolo 31 
Parma 30 
Genoa 30 
Cagliari 27 
Udinese 25
Spal 23 
Empoli 22 
Bologna 18 
Frosinone 17 
Chievo (-3) 10

La partita in pillole

97' Di Bello fischia la fine: Empoli-Parma 3-3

96' Ammonito Iacoponi

95' Gervinho, assiste per Kucka, solo, ma il suo tiro è da dimenticare

93' Splendida rovescata di Kucka, Dragowski respinge

92' Silvestre scarica: gol. E' il pari

90' Esce Barillà, dentro Gazzola

88' Inglese lanciato a rete a tu per tu con Dragowski, murato.

85' Lunga consultazione: convalidato dal var il gol di Alves (sospetto fuorigioco)

81' Gol di Bruno Alves. E' ora del var

80' Passaggio filtrante per Barillà che litiga con la palla: Dragowski lo anticipa

79' Manata di Gervinho, ammonito

76' Solo Empoli: Sepe si tuffa e anticipa Di Lorenza lanciato a rete

75' Sempre krunic (dalla distanza): alto

70' Ancora Krunic, ancora Sepe in angolo

69' Dentro Biabiany, esce Siligardi

69' Bordata di Krunic: Sepe in angolo

65' Dentro Traore, esce Acquah

57' Gagliolo manca completamente il pallone e "abbatte" Caputo. Lo stesso Caputo calcia il rigore: gol

48' Gervinho vola sulla sinistra e "spara". Dragowski blocca.

Squadre negli spogliatoi tra le proteste dei giocatori dell'Empoli

46' Punizione nell'extra time concesso (tra le proteste empolesi: il quarto uomo aveva detto che non ci sarebbe stato recupero) dall'arbitro. Alves rimette sul secondo palo dove Rigoni schiaccia in rete.

38' Inglese di testa, brivido che risveglia la partita. Ma è fuorigioco

30' Il match è tornato tranquillo

23' Cambio di fronte: sassata di Siligardi dalla distanza, respinge Dragowski. Gervinho per poco non ci arriva.

23' Tiro-cross pericoloso di Farias. Sepe Blocca

18' Farias sulla destra salta Gagliolo e mette dentro, tap in vincente di Dell'Orco: Empoli-Parma 1-1

13' Punizione Parma. Schema che prevede l'inserimento di Gervinho: l'attacante s'infila tra i difensori, si trova a tu per tu con Dragowski e lo infila. Parma avanti 1-0.  

12' Ancora Farias, azione simile ma sulla sinistra: ancora Sepe neutralizza

10' Farias spara a colpo sicuro a fil di palo. Sepe respinge

6' Più Empoli che Parma. Con un'occasione a testa: prima Kuckcka anticipato da Dragowski, poi un tiro di Caputo dalla distanza, alto.

Rinnovato il gemellaggio tra le due tifoserie

Rinnovato il gemellaggio fra ultras dell’Empoli e del Parma: Desperados e Boys insieme in campo al Castellani.
Bandiere al vento hanno fatto il giro della pista d’atletica prima dell’inizio della sfida di campionato. Il tutto è stato preceduto da un pranzo condiviso e ancora prima da una partita di calcio. Il clima allo stadio di Empoli è reso ancora più amichevole dalla presenza di oltre 400 bambini delle scuole primarie cittadine che partecipano al progetto "Scuola del tifo".

Contro l'Empoli i crociati dovranno essere perfetti: organizzazione, corsa e determinazione.
Le formazioni ufficiali: in attacco D'Aversa ha scelto Siligardi

EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Veseli, Silvestre, Dell'Orco; Di Lorenzo, Acquah, Bennacer, Krunic, Pasqual; Caputo, Farias.
A disposizione: Provedel, Perucchini, Brighi, Pajac, Traore, La Gumina, Maietta, Capezzi, Rasmussen, Oberlin, Nikolaou, Ucan. 
Allenatore: Iachini.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, B. Alves, Gagliolo, Gobbi; Kucka, Rigoni, Barillà; Siligardi, Inglese, Gervinho.
A disposizione: Frattali, Dimarco, Diakhate, Schiappacasse, Sierralta, Machin, Gazzola, Dezi, Davordzie, Biabiany, Sprocati, Bastoni. Allenatore: D'Aversa.

La presentazione della partita (di Sandro Piovani)

I match-ball (salvezza), come gli esami, non finiscono mai. Almeno per ora. Il Parma lo sa bene: la trasferta di Empoli (stadio Castellani, ore 15) rappresenta un'altra possibilità concreta di chiudere (o quasi) il discorso salvezza.
Certo, ai crociati potrebbe andare bene anche un pareggio, ma la squadra, in questo momento, non sembra pronta a gestire una partita delicata come questa. Anche quando la strada sembrava spianata, vedi la sfida interna con la Spal e quella in terra sarda con il Cagliari. Ovvero gli altri due veri match-ball sprecati. Quindi meglio non far di calcolo, meglio pensare esclusivamente a questi novanta minuti, dove serviranno, più che mai, organizzazione, compattezza e determinazione: gli ingredienti che hanno portato il Parma sino a 29 punti, a un passo dalla salvezza. Un passo però ancora da percorrere. Questo non va dimenticato.
Anche perché gli avversari ormai studiano a fondo la «sorpresa» Parma, sanno benissimo che chiudendo la strada a Gervinho, che bloccando Inglese, che chiudendo il fraseggio in velocità dei crociati, il più è fatto. Senza dimenticare che anche oggi D'Aversa non avrà a disposizione un regista di ruolo: Scozzarella è out da tempo e le speranze di recuperare Stulac si sono spente ieri, quando un altro acciacco ha colpito lo sloveno. Con il Napoli aveva giocato Rigoni in quel ruolo: oggi potrebbe essere confermato ma potrebbe giocarci anche Kucka. Soprattutto se D'Aversa dovesse confermare Machin, proprio al posto di Rigoni. Non resta che aspettare le 15.
Anche per verificare il sistema di gioco che adotterà il Parma. D'Aversa, dopo la sfida con il Napoli, aveva fatto capire che la squadra era pronta a cambiare qualche alchimia tattica, ovvero passare alla difesa a tre. Cosa che è accaduta a gara in corso. Potrebbe farlo oggi dall'inizio? Anche qui non resta che aspettare, ricordando le parole pronunciate ieri da D'Aversa, un «meglio affidarsi alle certezze» che quindi non dovrebbe prevedere cambiamenti.
Il Parma comunque dovrà semplicemente fare il Parma, quello visto nel girone d'andata naturalmente. In fondo alla salvezza manca veramente poco, ma è terminato il tempo di sprecare i match-ball che il campionato propone,