Sei in Il Parma

sfida salvezza

Troppo Bologna, pochissimo Parma: 4-1. Ora la classifica fa paura

13 maggio 2019, 08:35

Chiudi
PrevNext
1 di 1

Il Bologna cala un poker importante per la sua salvezza, mettendo paura, in ottica salvezza, ad un Parma inesistente per tutta la serata se non per il gol di Inglese. Due dei gol rossoblù sono delle autoreti, ma doveva essere un'altra partita per i crociati. Il Parma resta a 38 punti, più tre sull'Empoli. Domenica, è decisiva la sfida con la Fiorentina.

 

 

BOLOGNA-PARMA: FATE VOI LE PAGELLE

 

 

 

RISULTATI
 ATALANTA-GENOA     2-1 
 CAGLIARI-LAZIO   1-2
 FIORENTINA-MILAN   0-1
 TORINO-SASSUOLO 3-2
 FROSINONE-UDINESE  1-3
 SAMPDORIA-EMPOLI  1-2
 SPAL-NAPOLI    1-2
 ROMA-JUVENTUS   2-0
OGGI
BOLOGNA-PARMA   4-1 
INTER-CHIEVO  2-0
 

CLASSIFICA SERIE A  * retrocesse in  B 
JUVENTUS 89 
NAPOLI 76

INTER 66
ATALANTA 65  
MILAN 62
ROMA 62
TORINO 60 
LAZIO 58 
SAMPDORIA 49 
SPAL 42 
SASSUOLO 42 
CAGLIARI 40  
FIORENTINA 40 

BOLOGNA 40

PARMA** 38 
UDINESE 37 
GENOA 36 
EMPOLI 35 
FROSINONE* 24 
CHIEVO*(-3)** 15  

 

 

 

La partita in Pillole

Finisce il match: 4-1 per il Bologna

88' Sierralta colpisce l'esterno della rete

83' Autogol di Sierralta

80' Ottimo spunto di Siligardi: gol di Inglese

75' Bologna vicino al quarto gol

61' Terzo gol del Bologna: di testa Lyanco

59' Botta a colpo sicura, la difesa del Parma respinge davanti alla porta

62' Sostituzione: Destro esce per Santander 

61' Esce Sprocati, entra Sierralta

60' Succede di tutto: dentro Inglese (esce Ceravolo), Siligardi (fuori Gazzola). Espulso Alves, prima ammonito poi secondo giallo per protesta

59' Raddoppio del Bologna su punizione: Pulgar. Si tratta di un autogolo di Sepe, visto che la palla dal palo finisce addosso a lui e poi in rete

56' Gervinho ammonito

54' Di Marco ci prova dalla distanza: deviato, angolo

51' Sinistro rasoterra di Orsolini: gol. Bologna avanti 1-0

50' Pressing in avanti del Bologna

47' Ammonito Soriano

Finito il Primo Tempo, inizio con il Bologna pericoloso in tre occasioni. Ma i rossoblù hanno trovato Sepe pronto. Portiere crociato protagonista in un aptro paio di occasioni. Il Parma si è difeso facendosi vedere qualche volta in avanti senza essere mai pericoloso. Sepe, il protagonista ha commentato ai microfoni di Sky Sport: "La mia parata più complicata? Non lo so, su questo campo sono tutte difficili. Abbiamo avuto le nostre occasioni ma non siamo riuscite a sfruttarle, ci proveremo nel secondo tempo. Siamo partiti mosci e questo è un nostro demerito, perché dovevamo fare la partita della vita. Ci aspettavamo questo Bologna, nel secondo tempo dovremo essere più bravi a reagire, a ripartire e a difenderci".

34' Ammonito Rigoni

33' Ammonito Di Marco 

29' Azione insisitita del Parma, trame ma nessuno si rende pericoloso

25' Doppia azione in area del Bopogna. La difesa crociata sbriga

21' Contropiede del Parma, ma i crociati sbagliano la trama dei passaggi

19' Da un paio di minuti il Parma è nella trequarti rossoblù

15' Match più tranquillo dopo i brividi provocati dal Bologna

10' Su angolo (schema) il Parma si fa vivo. Il tiro di Gervinho è a lato

8' Orsolini è pericoloso. Ma ancora Sepe neutralizza

4' Destro e  poi Krejci in due occasioni sparano a colpo sicuro, ma Sepe c'è

Le formazioni ufficiali di Bologna-Parma. 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Krejci; Dzemaili, Pulgar; Orsolini, Soriano, Palacio; Destro. 
Allenatore: Mihajlovic. 

Nel Parma tradizionale 3-5-2,. Ricordiamo che mancano Kucka e Barillà. Al loro posto Sprocati e Rigoni. Davanti ancora Ceravolo-Gervinho, Inglese in panchina

PARMA (3-5-2): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni; Gazzola,Scozzarella, Sprocati, Rigoni, Dimarco; Gervinho, Ceravolo.  
Allenatore: D'Aversa. 

La presentazione della partita (di Paolo Grossi)

Chi sperava di andare a  Bologna in gita turistica è rimasto deluso. Purtroppo la Sampdoria si è sciolta davanti a un più motivato Empoli (Leggi) e stasera al Dall'Ara i crociati dovranno fare risultato per non vivere sotto pressione le ultime due settimane della stagione. Una vittoria chiuderebbe i discorsi, regalando la matematica salvezza per via del bilancio favorevole nei confronti diretti con i toscani,  un pareggio sarebbe un buon brodo, una sconfitta complicherebbe i giochi, pur tenendo conto che l'Empoli affronterà Torino e Inter. 
Il Parma insomma deve far conto sulle proprie forze e non su eventuali favori di terzi. E le forze magari non saranno tantissime, ridotte ulteriormente dalle squalifiche di Kucka e Barillà, gente di nerbo. Però questo gruppo storicamente quando è stato messo spalle al muro ha sempre reagito con lo spirito giusto: ci aspettiamo che lo faccia anche stasera.
D'Aversa ha ritrovato un solido equilibrio da quando è passato alla difesa a tre centrali in pianta stabile. Quello che era un sistema adottato varie volte nei finali di gara per arroccarsi è diventato il trend iniziale dopo il ko di Frosinone. Da allora il Parma ha giocato cinque partite e ottenuto altrettanti pareggi, di peso specifico diverso ma di uguale valore in classifica. L'autostima s'è ritrovata e pur mancando la vittoria dal lontano successo sul Genoa (9 marzo) i punticini via via incamerati hanno tenuto lontano lo spauracchio della retrocessione.  L'avversaria di stasera, il Bologna, ha fatto un cammino inverso rispetto al Parma: in difficoltà nel girone di andata, ha pescato il jolly chiamando Mihajlovic e ha investito a gennaio per Sansone e Soriano che hanno irrobustito una fase offensiva fin lì esangue. Sansone stasera non ci sarà, ma il Parma deve guardarsi dalla  voglia  di riscatto di Destro (possibile obiettivo di mercato?) e soprattutto dalla classe cristallina di Palacio, che ai crociati in passato ha spesso fatto male. 
Con l'arrivo del tecnico serbo la squadra ha trovato un approccio più aggressivo rispetto a quanto accadeva con il più attendista Inzaghi e il nuovo atteggiamento, unito ai primi risultati portati a casa, ha esaltato le caratteristiche dei giocatori. Tra i quali ha dimostrato tecnica e rapidità il giovane Orsolini, in orbita Juve, che ha gamba e tiro in grado di dare fastidio. 
Nel Parma è lunga, ma lo è stata tutto l'anno, la lista degli indisponibili. Al momento di pianificare la nuova stagione questo sarà sicuramente un tema da affrontare per capire se si possa, in termini di prevenzione, attenuare un po' l'incidenza degli infortuni.
Intanto c'è da chiudere al meglio questa annata: sarebbe bello tornare a casa questa sera con la salvezza in tasca come si fece nel 2005 dopo lo spareggio salvezza grazie ai gol di Cardone e Gilardino. Se allora i tifosi furono cinquemila (e si partiva dello 0-1 dell'andata) stavolta saranno solo 800. In troppi danno già per scontata la salvezza? Il lunedì è più impegnativo? La «poltronite» è ormai dilagante? Tutto può essere, ma furono molti anche quelli che rinunciarono ad andare a La Spezia un anno fa, dando per scontato che si sarebbero giocati i play-off. Ecco, il miglior augurio che possiamo fare al Parma e alla sua tifoseria è che questa sera tanti si mangino le mani per non essere andati a Bologna. 

 

Il Genoa chiede la contemporaneità delle ultime due partite

Il Genoa sta valutando l’idea di chiedere ufficialmente alla Lega la possibilità di giocare in contemporanea negli ultimi due turni di campionato con le altre squadre in lotta per la salvezza. La squadra di Prandelli deve giocare sabato alle 18 in casa col Cagliari mentre la rivale più vicina, l’Empoli, giocherà domenica alle 15 in casa col Torino. La tifoseria rossoblù intanto riempie i social di sfottò verso la Samp per la sconfitta di ieri a Marassi con l’Empoli, che non aveva mai vinto in trasferta quest’anno. Ci sono commenti contro i tifosi blucerchiati, soddisfatti per un risultato che ha complicato la classifica del Genoa. Intanto potrebbe essere interrotto lo sciopero dei tifosi genoani nel match decisivo per la salvezza in programma sabato al Ferraris col Cagliari. Una possibile tregua vista la delicatezza della sfida anche se la contestazione nei confronti di Enrico Preziosi prosegue. La squadra è intanto tornata in campo per iniziare la preparazione verso il Cagliari, al momento non ci sarebbe l’ipotesi di un mini ritiro in vista del match con i sardi. Il presidente del Genoa. Il commento dello stesso presidente Preziosi: "Sampdoria sconfitta dall’Empoli? Una buffonata. Al primo gol ho spento la tv. La vittoria dell’Empoli l’avevo immaginata…”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA