Sei in Il Parma

Parma-Fiorentina

I Boys ai parmigiani: "Tutti al Tardini alle 13. Aspettiamo il pullman per abbracciare la squadra"

15 maggio 2019, 20:52

I Boys ai parmigiani:

Il presidente Pizzarotti ieri sera (Guarda), poi oggi l'ex presidente Ceresini (Leggi) e il difensore crociato Iacoponi (Leggi). In mezzo l'iniziativa della società crociata del prezzo super-popolare (1 euro) per la partita di domenica in tutti i settori del Tardini (Leggi). Domenica Parma-Fiorentina, match decisivo per la corsa salvezza (Guarda la corsa salvezza squadra per squadra) (Sondaggio: chi retrocede? Vota). Per il Parma, vista la proibitiva trasferta dell'ultima giornata contro la Roma, all'Olimpico, è un'occasione da non perdere. Quindi gli appelli si sono susseguiti tra ieri e oggi: "Tutti al Tardini per sostenere la squadra. Uniti. Non è il tempo dei processi e delle polemiche". Questa sera ha suonato la tromba per la carica il cuore della Nord, i Boys con un loro appello: "TUTTI ALLO STADIO - ORE 13 DAVANTI AL TARDINI (il match inizia alle 15 ndr)  - INCITIAMO LA SQUADRA - NOI CON LA VOCE VOI CON IL CUORE".

Ecco il teso del post su facebook 

Doveva essere un domenica di festa, quella che sanciva una salvezza fortemente voluta e auspicata ad inizio stagione come un vero e proprio obbiettivo. Ed invece complice una condotta a dir poco disastrosa del girone di ritorno, si presenta come una vera e propria finale. In queste poche parole, si può riassumere l'importanza della partita tra Parma-Fiorentina. Da mesi avremmo messo in guardia l'intero ambiente, perché, da fuori, avevamo notato che qualcosa si era inceppato ed era venuta meno quella voglia e quella rabbia vista nella prima parte del campionato. Errori di valutazione, infortuni e soprattutto eccessiva tranquillità hanno fatto sprofondare la squadra, che ora appare in evidente difficoltà e con una condizione psicofisica a dir poco drammatica. Ma oggi non è l'ora dei processi, o almeno lasciamoli per il dopo gara, quando sapremo con certezza quale sarà la nostra sorte, perché, per chi non lo avesse ancora capito, quella odierna è la partita decisiva. Quella da giocare con il coltello tra i denti, quella da dentro o fuori, quella che non concede alibi. Ai giocatori chiediamo di dare il duecento per cento, quella giusta cattiveria che da tempo noi vediamo più, ma soprattutto quell'umiltà e quel rispetto che merita questa maglia, la città e i suoi tifosi. Vogliamo proseguire quel sogno iniziato ad ARZIGNANO, quella corsa verso il traguardo che si chiama serie A, riconquistata con quella tenacia e sorprendenti risultati. Oggi dobbiamo ritrovare il clima dei giorni migliori, quell'unità d'intenti che ci ha riportato nel calcio che conta, uniti in 90 MINUTI di battaglia, senza se e senza ma. Alla fine tireremo le somme, indipendentemente da quello che sarà il risultato, perché, come spesso ricordiamo, cambieranno giocatori e allenatori, ma noi saremo sempre qui, a sostenere i nostri splendidi colori, con tutte le nostre forze. Per cui cominciamo ad aspettare il pullman della squadra nel piazzale dello stadio, numerosi come non mai, facendogli capire cosa significa il PARMA per noi e incitiamoli a lottare con il cuore. Non manchiamo perché giochiamo anche noi!!!

© RIPRODUZIONE RISERVATA