Sei in Il Parma

Parma-Juve

Boys e Coordinamento preparano una «mega» coreografia

22 agosto 2019, 11:49

Boys e Coordinamento preparano una «mega» coreografia

SANDRO PIOVANI
Parma-Juventus è il primo grande appuntamento di questa stagione per tutto il calcio italiano, con la partita che verrà trasmessa in diretta in mezzo mondo. Ma soprattutto è un appuntamento imperdibile per i tifosi del Parma: basta pronunciare il nome «Juventus» che si attiva il nastro dei ricordi. Scorrono le immagini di una sfida infinita, dalla vittoria in Coppa Italia sino al 3-3 di Torino della passata stagione. Vittorie, pari e sconfitte per una rivalità sportiva accesa più che mai.  

LA COREOGRAFIA
Inevitabile dunque che anche per i tifosi organizzati, Boys e Centro Coordinamento Parma club, questa sia più di una semplice gara di campionato. Da salutare con una coreografia unica, indimenticabile. L'importanza del tifo crociato è risaputa: non è un caso che la società abbia ritirato la maglia numero 12, proprio per «omaggiare» i suoi sostenitori del titolo di dodicesimo uomo in campo. Un tifo che, nel bene e nel male, ha sempre sostenuto la maglia crociata: anche in questo caso basta ripensare ai cori «storici» della curva, da «che importa se...» sino a «finché vedrai sventolar questa bandiera ...» e così via. Canti d'amore incondizionato, che sono anche un momento di aggregazione e divertimento non solo per la curva Nord ma per tutto lo stadio. E sabato servirà il miglior Parma in campo affiancato dalla migliore curva. Senza dimenticare che al Tardini ci sarà anche una imponente presenza di tifoseria ospite: una gara nella gara. Ecco dunque che i tifosi hanno annunciato in anticipo la coreografia, chidendo l'aiuto di tutti i sostenitori crociati per realizzare uno spettacolo nello spettacolo. Per il quale servirà anche un aiuto economico (volontario, non obbligatorio). 

IL COMUNICATO 
«Inizia una nuova stagione e si riparte con quei 90 minuti che per noi non saranno mai come tutti gli altri. Una sfida che per noi Parmigiani è sempre stata più di una partita. Una battaglia affrontata quasi mai ad armi pari ma che ha visto NOI uscire sempre a testa alta. Vogliamo ripartire con il piede giusto, con quella fame che ci ha permesso di scrivere nella nostra storia imprese che nessuno può dimenticare. Abbiamo il dovere di trascinare i nostri ragazzi, di far sentire alla nostra squadra che tutta la città è con loro. Chiederemo la partecipazione di TUTTO lo stadio, la partecipazione di TUTTI i presenti, di TUTTI quelli che come noi hanno il Parma nel cuore. Stiamo preparando una coreografia che coinvolgerà tutti i settori gialloblù, un colpo d'occhio che farà capire ai nostri ragazzi appena saliranno quelle scale che non saranno mai soli, che combattiamo insieme. Abbiamo fatto stampare migliaia di bandierine che andranno a colorare l'Ennio; all'ingresso della curva dove le distribuiremo chiederemo a tutti un piccolo contributo ad offerta, per coprire lo sforzo economico per colorare il Tardini di giallo e blu. Per quello che riguarda le tribuna e i distinti troverete le bandierine già posizionate su ogni seggiolino e i bussolotti per la raccolta delle offerte nei bar di ogni settore. Pertanto invitiamo tutta la nostra tifoseria a riempire i gradoni già dal riscaldamento in modo da permettere una perfetta realizzazione di quest'ultima».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA