Sei in Il Parma

serie A

Il Parma domina sull'Udinese.: gran gol di Gagliolo e raddoppio di Kulusevski! Poi Sepe sale in cattedra

26 gennaio 2020, 11:34

Il Parma domina sull'Udinese.: gran gol di Gagliolo e raddoppio di  Kulusevski! Poi Sepe sale in cattedra

Grande vittoria per il Parma che batte per 2-0 l'Udinese, aggancia il Milan e il Cagliari al sesto posto, in piena zona Europa League. I crociati dominano il primo tempo poi soffrono nella ripresa ma contengono le sfuriate dell'Udinese anche grazie ad alcune grandissime parata di Sepe.

IL MATCH

Iniziata la partita Tardini  con il match con l'Udinese. Questi gli undici scelti da D'Aversa:

Sepe, Iacoponi, Hernani, Cornelius, Kurtic, Scozzarella, Bruno Alves, Gagliolo, Kucka, Darmian, Kulusevski. In panchina: Colombi, Alastra, Dermaku, Grassi, Brugman, Laurini, Siligardi, Sprocati, Pezzella.

Il Parma inizia la partita in maniera molto propositiva cercando di pungere mentre l'Udinese si difende con ordine nella propria metà campo. Nei primi dieci minuti, però, non si registrano conclusioni verso le porte difese da Sepe e Musso. se non una debole deviazione di Okaka in area piccola con la palla che finisce innocua tra le braccia di Sepe.

Al 10' sulla punizione calciata da Scozzarella, Cornelius svetta più in alto di tutti ma la sua deviazione di testa manda la palla sul fondo senza impensierire Musso. Al quarto d'ora ancora Okaka protagonista, stavolta con un colpo di testa in piena area di rigore dove sorprende Iacopooni e Alves anticipandoli. Per fortuna del Parma il suo colpo di testa finisce ampiamente sopra la traversa. 

IL VANTAGGIO CROCIATO

Al 19' il Parma passa in vantaggio. Dopo un'insistita azione di attacco in area friulana, dopo un tiro rimpallato la palla si impenna e cade a campanile all'estremità di sinistra dell'area piccola dov'è appostato Gagliolo. Il terzino crociato e della nazionale svedese si coordina benissimo e lascia partire un sinistro al volo di collo pieno che manda la sfera ad insaccarsi alle spalle di Musso per l'1-0. Poco dopo l'Udinese reclama il calcio di rigore per un tocco con il braccio dello stesso Gagliolo sulla rovesciata di Okaka ma l'arbitro Sozza afferma subito che il braccio era attaccato al corpo e il Var gli dà ragione. Alla mezzora arriva il primo ammonito che è Ekong dopo due falli consecutivi nel giro di un minuto, l'ultimo dei quali ai danni di Kurtic.

IL RADDOPPIO DI KULUSEVSKI

Al 34' arriva il raddoppio che porta la firma di Kulusevski (al quinto gol stagionale) ma che ha la complicità di un colpevole Musso. L'attaccante del Parma è bravo a liberarsi al tiro dal limite dell'area e sgancia un sinistro che rimbalza davanti a Musso, il quale si fa ingannare dalla traiettoria del pallone. La sfera gli passa sotto i guanti e finisce nel sacco per il 2-0. Kulusevski festeggia mostrando a tutti la maglia numero 9: una dedica per Roberto Inglese, per il quale la stagione è finita.

Prima della fine del tempo sale in cattedra Sepe che salva il risultato con due super parate consecutive sui tiri prima di Lasagna (con palla che si stampa sulla traversa) e poi di Fofana. Veramente due belle parate del portiere crociato. E poco dopo finisce il primo tempo.

Uscendo dal campo Gagliolo dice ai microfoni di Sky: "Sono contento di aver fatto gol ma soprattutto di aver chiuso in vantaggio il primo tempo. Dobbiamo continuare così e portare a casa questi tre punti".

 

INIZIA LA RIPRESA

Il secondo tempo si apre con un bel tiro di Mandragora dalla grande distanza che si perde di poco oltrre il palo alla sinistra di Sepe. Subito dopo brutto fallo di Beaco ai danni di Kulusevski, che resta a terra. Sozza tira fuori il giallo per Becao e finisce sulla lista degli ammoniti insieme a Ekong e Mandragora. Al 50' grandissimo tiro a giro di Hernani da lontanissimo e stavolta Musso è bravo ad andare a togliere la palla dal sette. Sul corner successivo ci prova Kulusevski dalla parte opposta con un tiro molto simile che finisce oltre il secondo palo. Il Parma comunque c'è e dimostra di non voler limitarsi a difendere il doppio vantaggio. Poi Gotti toglie Becao e inserisce Jajalo. Poco dopo arriva il giallo anche per Hernani e al 62' D'Aversa toglie Gagliolo per Laurini.

SEPE DETERMINANTE

Al 63' ci mette di nuovo una pezza Sepe sulla gran botta di Mandragora e si ripre al 65' sulla punizione di De Paul che viene deviata dalla barriera. Ora è L'Udinese che spinge forte alla ricerca del gol che potrebbe riaprire la partita ma il Parma tiene botta. Arriva però un altro giallo, questa volta per Laurini. Al 71', con l'Udinese che sta dominando questa fase del gioco, Mandragora ha un'ottima opportunità dal limite dell'area piccola ma la sciupa mandando oltre il palo alla destra di Sepe. Clamoroso poi l'errore di Mandragora un minuto dopo: prima ruba palla a Iacoponi che stava impostando da ultimo uomo poi davanti a Sepe manda incredibilmente fuori un calcio di rigore in movimento. Davvero un errore incredibile. D'Aversa corre ai ripari togliendo Kurtic e inserendo Dermaku. Nell'Udinese fuori l'infortunato Ekong e dentro De Maio. All'87' dentro Grassi al posto di Scozzarella. Per lui un'altra prestazione convincente.

GOL ANNULLATO ALL'UDINESE

All'89' l'Udinese segna ma Sozza annulla per fuorigioco. Sul tiro di Lasagna Sepe riesce a deviare sulla traversa e sul rimpallo un giocatore friulano mette in rete ma il Var conferma: era in fuorigioco. Si resta sul 2-0. E si giocano 5 miuti di recupero.

Finisce qui con una vittoria per 2-0 che proietta il Parma in piena zona Europa League.