Sei in Il Parma

Triplette

Bomber a raffica, Cornelius e i suoi predecessori

Barbuti, Di Vaio e Gilardino hanno centrato  anche dei poker, ma sono indimenticabili gli hat trick di Asprilla, Chiesa, Crespo, Balbo, Amauri, Baraye, Nocciolini e Calaiò

di PAOLO GROSSI -

26 giugno 2020, 15:02

Bomber a raffica, Cornelius e i suoi predecessori

La seconda tripletta stagionale di Andreas Cornelius ribadisce l'inserimento del danese in una gloriosa schiera di bomber crociati capaci, prima di lui, di segnare a raffica nella stessa partita. Ed è certamente una bella compagnia quella in cui viene a trovarsi il centravanti vichingo. A voler risalire molto indietro, diciamo anni '60 e '70, ricordiamo triplette di Rancati (al Fanfulla e a Udine), di Sega (al Catanzaro), Rizzati (al Brindisi) e Scarpa (al Modena). Poi in epoche più recenti qualcuno ricorderà lo strepitoso poker di Barbuti alla Spal nel 1984, prodromo all'impresa di Vicenza e al finale di Sanremo. Ecco, quattro gol in una volta li hanno poi segnati anche Gilardino (in due occasioni, Udinese nel 2004 e Livorno nel 2005) e Di Vaio (col Bari nel 2001) mentre le triplette negli ultimi trent'anni sono più numerose: in serie A il primo a piazzarne una è stato Tino Asprilla che schiantò il Torino nel '93 al Tardini. 

CHIESA&CRESPO



Nel 1997 è poi Crespo a trafiggere tre volte il parmigiano Mondini che era alla guarda dei pali del Vicenza. Quell'anno il Parma guadagnò i preliminari di Champions che furono brillantemente superati grazie ai tre gol di Enrico Chiesa sul campo polacco del Lodz.  Chiesa firmerà una tripletta anche al Tardini, nella gloriosa serata del 6-0 al Bordeaux.  Crespo aveva già pensato di concedere il bis in un'altra serata storica, quella della prima vittoria sul campo della Juventus,  (2-4 il 7 febbraio '99), con tanto di dimissioni di Lippi a fine gara.
In  quel Parma pirotecnico anche un bomber di razza come Balbo ne segnò tre in un colpo sul campo del Piacenza.

GLI EXPLOIT DI DI VAIO



A novembre '99, appena approdato a Parma, Di Vaio firma la sua prima tripletta in Coppa Uefa contro l'Helsingborgs al Tardini. Ne realizzerà un'altra nel gennaio del 2002 sul campo ghiacciato del Venezia con annessa vittoria al fotofinish. Dopo le imprese di Gilardino bisognerà attendere il 2013 per applaudire un altro hat trick al Tardini: lo piazza Amauri contro il Torino.

DA BARAYE A CALAIÒ


Le ultime triplette crociate portavano la firma di Baraye (5-1 alla Correggese in D), Nocciolini (2-4 a Pordenone in C) e Calaiò, (3-2 al Palermo in B). Ora ci ha pensato Cornelius per ben due volte a rinverdire in serie A i fasti dei grandissimi attaccanti che abbiamo ricordato. E noi non possiamo che applaudirlo forte.

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema