Sei in Il Parma

SERIE A

Parma - Inter 1-2

In campo alle 21.45

28 giugno 2020, 14:15

Parma - Inter 1-2

La grande beffa. Un bel Parma, solido in difesa e rapido in contropiede tiene in scacco l'Inter per 80'. Di Gervinho lo straordinario gol del vantaggio al 15', ma i nerazzurri - inconcludenti e pasticcioni per 80' - pescano un gol nel finale su un doppio colpo di testa. Il Parma sparisce: Kucka esulso per proteste, tempo un minuto e l'ex bastoni appena entrato liberissimo mette dentro di testa da due passi. Peccato perché la squadra di D'Aversa aveva interpretato benissimo il big match fino a quel punto, andando in più occasioni vicino al raddoppio

 

Secondo tempo - D'Aversa sostituisce Gagliolo con Pezzella dal primo minuto. Crociati subito pericolosi con il solito Gervinho che semina il panico in area, ma nessuno raccoglie il pallone servito al centro. Ammonito Gagliardini per un fallo su Scozzarella. L'Inter si sveglia di colpo dal torpore di inizio ripresa al 50', assediando l'area crociata ma senza concludere in porta, poi ci prova Lukaku, chiuso in angolo. Nerazzurri tambureggianti, tirano Barella e Martinez ma la difesa argina sempre. D'Aversa cambia a centrocampo: al 54' esce Scozzarella, entra Hernani.

Al 56' contropiede del Parma concluso da Kulusevski di poco a lato. Un minuto dopo azione fotocopia, stavolta Kulusevski impegna Handanovic, Gervinho ci riporva ma tira alto. L'Inter però ricomincia a farsi pericolosa, prima con Martinez poi con Eriksen, che però calcia malamente sprecando una gran giocata di Candreva. L'Inter spreca un altro angolo, il Parma un altro contropiede. Intanto la panchina nerazzurra si agita: espulso il terzo portiere Berni (proteste per un fallo su Barella), tre cambi tutti insieme per l'Inter: entrano Sanchez (per Eriksen), Moses (per Candreva) e Young (per Biraghi) al 68'. i nerazzurri continua a sbagliare e arriva  l'ammonizione anche per Godin. Al 72' è l'ora dell'ex Bastoni, che entra in campo al posto di Godin.

Tocca a D'Aversa: al 76' Regini prende il posto di Dermaku in difesa, inizia l'ultimo quarto d'ora. Brivido al 78', l'Inter si muove con rapidità e Lukaku calcia un gran sinistro che sfiora la porta di Sepe, che un minuto dopo è bravissimo a parare la conclusione rasoterra da fuori area di Sanchez. All'84' la beffa: De Vrij trova il gol di testa. Espulso Kucka per proteste. Ammonito anche D'Aversa in panchina. Dentro Darmian e Brugman, escono Laurini e Gervinho. Doccia fredda un minuto dopo: l'ex Bastoni liberissimo in area mette dentro di testa. Per il Parma è un'autentica beffa. Ormai non si gioca più, l'Inter spezza il ritmo con un'altra sostituzione, il Parma è in dieci, per fortuna Sepe salva su Young, tre gol sarebbero davvero troppi. Si gioca per altri 5' dopo il 90'

CLASSIFICA

  • Juventus 69 28 22 3 3 56 24 
  • Lazio 65 28 20 5 3 64 27 
  • Inter 61 28 18 7 3 56 29 
  • Atalanta 57 28 17 6 5 80 39 
  • Roma 48 28 14 6 8 53 38 
  • Napoli 45 28 13 6 9 46 37 
  • Milan 42 28 12 6 10 34 35 
  • Parma 39 28 11 6 11 38 35 
  • Verona 39 28 10 9 9 34 32 
  • Cagliari 38 28 10 8 10 47 44 
  • Bologna 37 28 10 7 11 40 45 
  • Sassuolo 34 28 9 7 12 48 49 
  • Fiorentina 31 28 7 10 11 34 39 
  • Torino 31 28 9 4 15 32 50 
  • Udinese 28 28 7 7 14 23 41 
  • Genoa 26 28 6 8 14 34 53 
  • Sampdoria 26 28 7 5 16 31 50 
  • Lecce 25 28 6 7 15 35 64 
  • Spal 18 28 5 3 20 21 48 
  • Brescia 18 28 4 6 18 25 52 
  •  
  • Primo tempo - Gran bel Parma, che gioca alla sua maniera: l'Inter fa più gioco, i crociati si chiudono con ordine in difesa e sono fulminei nelle ripartenze. Gervinho in stato di grazia (tre giocate straordinarie) e un Kucka sempre pericoloso costruiscono il vantaggio crociato. L'INter preme ma pasticcia, sfiora il gol ma le occasioni migliori capitano (due volte) sui piedi di Cornelius Subito Parma in avanti, angolo. Ma la prima conclusione - innocua - è dell'Inter al 3'. Al 5' contropiede rapidissimo dell'Inter, chiuso Martinez, sul successivo angolo Dermaku salva quasi sulla linea su un cross insidioso. Secondo angolo per l'Inter al 10'. Ma la grande occasioen arriva al 12', Laurini dopo una bella triangolazione serve in area Gervinho che calcia a colpo quasi sicuro di un soffio a lato. 

IL GOL Al 15' Kucka taglia tutto il campo servendo Gervinho da sinistra a destra, l'ivoriano entra in area, si beve un difensore dell'Inter spiazza gli altri e insacca nell'angolino. Gol straordinario.

L'Inter riparte senza scomporsi, anzi. Al 18' va vicinissima al pari, sul colpo di testa di Godin deviazione in corner. L'arbitro  consulta il Var: l'Inter chiede un rigore per fallo di mano ma Godin era in fuorigioco. Scampato pericolo. Ma al 21' nerazzurri di nuovo molto pericolosi, Lukaku serve Gagliardini che calcia forte ma a lato. Kulusevski ha una buona possibilità, si libera di Godin ma calcia fuori di molto al 25', un minuto dopo Cornelius si mangia un gol solo davanti a Handanovic servito da un'altra giocata straordinaria di Gervinho: pallone altissimo. ammonito Martinez al 27' perché disturba una punizione a centrocampo. Ammonito anhe Dermaku per fallo su Martinez al 29'. Punizione da posizione pericolosa ma Eriksen calcia sulla barriera.

La partita prosegue sullo stesso canovaccio, l'Inter comanda il gioco, i crociat si rendono pericolosi in ripartenza. Come al 40': Kurtic in velocità serve Cornelius che gira al volo, ancora una volta di poco a lato e poco dopo il Parma si rende di nuovo pericoloso in area con Kucka e Kulusevski, ma nessuno arriva sul cross dalla sinistra. L'arrembaggio dei nerazzurri si fa più confuso, la dfesa crociata chiude bene gli spazi stretti nei quali dialogano gli attaccanti di Conte (stasera squalificato, non è in panchina, sostituito dal vice Stellini). Una gran conclusione di Martinez trova Sepe prontissimo nel primo dei 3 minuti di recupero. Il primo tempo si chiude sull'1-0 per i gialloblù.

 

LE FORMAZIONI

Parma: con Sepe, Laurini, Dermaku, Bruno Alves, Gagliolo, Kurtic, Scozzarella, Kucka, Gervinho, Cornelius, Kulusevski.

Inter: Handanovic, Godin, De Vrij, D'Ambrosio, Candreva, Barella, Gagliardini, Biraghi, Eriksen, Lukaku, Lautaro Martinez

 

 

 

Chiudi
PrevNext
1 di 22

 

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema