Sei in Il Parma

Voglia di riscatto

Parma, raduna le forze e l'orgoglio (ore 19:30 Al Tardini con il Bologna)

12 luglio 2020, 13:54

Chiudi
PrevNext
1 di 2

Le formazioni

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, Alves, Gagliolo; Hernani, Scozzarella, Kurtic; Darmian, Kucka, Sprocati.

A disposizione: Colombi, Dermaku, Regini, Karamoh, Grassi, Inglese, Brugman, Barillà, Caprari, Gervinho, Kulusevski, Pezzella

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Dijks; Dominguez, Medel, Soriano; Orsolini, Barrow, Sansone.

Paolo Grossi

Dopo i test in mattinata che hanno dato il via libera (leggi), i crociati oggi al Tardini contro il Bologna cercheranno di interrompere una serie negativa di quattro sconfitte che non si registrava dalla disgraziata stagione 2015-15, quella dell'ultimo fallimento. 
Chiaro che alla base dei multipli ko ci sono episodi ''sfortunati'' con gli arbitri, alcuni difficilmente spiegabili, ma è altrettanto chiaro che D'Aversa e i suoi dovranno concentrarsi su quanto può dipendere da loro. Il tecnico ieri ha spiegato chiaramente che la sua squadra ha perso concentrazione e intensità. E se un certo rilassamento, una volta approdati così presto a quota 39 e ad una salvezza virtuale, 
poteva considerarsi fisiologico, certi cali alla distanza sono apparsi invece eccessivi, così com'è venuto meno il contributo dei subentranti, che nella prima parte della stagione avevano quasi sempre fatto alla grande la loro parte.
Il tecnico deve cercare di spremere le residue energie di una squadra un po' stanca, in cui torna tra i convocati Inglese anche se non potrà giocare più di qualche minuto. In assenza di Cornelius, infortunatosi a Roma, ecco allora che l'attacco resta da inventare anche perché Karamoh ha avuto pure lui un acciacco in settimana e Caprari ha saltato due giorni di allenamento oltre a non aver francamente mai convinto quando impiegato. La situazione ricorda molto quella del match di andata in cui mancava anche Gervinho, davanti giocarono Kulusevski, Kucka e Sprocati e il Parma fece comunque benissimo, ripreso solo al 95' da un gol della domenica di Dzemaili. 
Questo per dire che qualunque formazione scelga D'Aversa, se lo spirito sarà quello di chi deve ancora certificare la salvezza ci sarà la possibilità di tornare a fare risultato. Il Bologna, come del resto il Parma, è stato costruito miscelando elementi esperti ( da Palacio all'ex Sansone, da Medel a Danilo) e di sicuro rendimento con giovani promettenti. In panchina non ci sarà Mihajlovic, squalificato, ma questo suona inquietante se si pensa che neppure Conte e Juric erano al loro posto ma alla fine con Inter e Verona, pur fra mille polemiche, s'è perso. 
Alla Var ci sarà Maresca, chissà che non riesca a farsi perdonare... Di certo non vorremmo più vedere certe incongruenze.

PROGRAMMA
Ieri
Lazio Sassuolo 1-2
Brescia-Roma 0-3
Juventus-Atalanta 2-2
Oggi
Genoa Spal 2-0
Parma-Bologna 2-2
Fiorentina-Verona 1-1
Cagliari-Lecce 0-0
Udinese-Sampdoria 1-3
Napoli-Milan (21,45)
Domani
Inter-Torino (21,45)

CLASSIFICA
Juventus 76 
Lazio 68
Atalanta 67
Inter* 65
Roma 54
Napoli* 51
Milan* 49 
Sassuolo 46
Verona 44
Bologna 42
Cagliari 41
Parma 40
Fiorentina 36
Udinese 35
Sampdoria 35
Torino* 34
Genoa 31
Lecce 28
Brescia 21
Spal 19
*Una partita in meno