Sei in Il Parma

SERIE A

Parma-Napoli 2-1: Caprari e Kulusevski firmano la vittoria che vale la salvezza matematica

22 luglio 2020, 12:27

Parma-Napoli  2-1: Caprari e Kulusevski firmano la vittoria che vale la salvezza matematica

D'Aversa riunisce in cerchio i giocatori a centrocampo a fine partita dopo che  i crociati hanno battuto 2-1 il Napoli ritrovando vittoria, carattere e pure la salvezza matematica. Tutti dal dischetto i gol: Caprari apre le danze nel primo tempo (primo gol crociato per lui), pareggia Insigne nella ripresa, chude i gioco Kulusevski a 5' dalla fine. Ai microfoni di DAZN Kulusevski racconta che questi sono "tre punti per la città". "Non è facile calciare un rigore all'85', ma ho voluto dimostrare prima di tutto a me stesso che non ho paura".

 

Secondo tempo: nessun cambio per D'Aversa e Gattuso, si riprende dall'1-0 per i crociati. Napoli subito in avanti co  Lozano in evidenza. Al 4' Pezzella atterra il messicano, punizione dal limite: calcia Insigne di destro, altissimo. Il Parma gioca raccolto e chiude tutti gli spazi, ci prova anche Mario Rui da fuori senza successo al 51'. Cartellino giallo per Grassi al 52': tocca con la mano una bordata di Fabian. Era in area? Si ricorre al Var: rigore. Grassi era al limite dell'area e tocca l conclusione diretta di Fabian prima con il fianco e poi con il braccio. L'arbitro opta per il penalty, che pare in realtà abbastanza dubbio.

D'Aversa sospende i due cambi che stava per operare: Barillà e Kulusevski erano pronti a entrare in campo. I crociati però non mollano: subito guadagnano un corner e sugli sviluppi dell'azione calcia Siligardi e ottiene un altro angolo. 

58': esce Siligardi, entra Kulusevski, al 61' dentro Barillà e Inglese, escono Karamoh e Grassi. Nel Napoli Politano e fanno spazio a elmas e Callejon.

La partita resta abbastanza vivace ma senza occasioni importanti da etrambe le parti. Kulusevski comincia subito a provare fare paura alla difesa partenopea ma non incide. Al 68' Fabian conclude molto a lato dopo una bella giocata.

Dopo un cooling brake per rifiatare si ritorna a giocare, mancano 20'. Bellissima conclusione di Lozano, ma il risultato resta sull'1-1.

Al 74' escono Kurtic e Caprari ed entrano Iacoponi e Gervinho. Cinque cambi per D'Aversa.

Al 77' Callejon ci prova dal limite ma non impensierisce Sepe. Il pallone è quasi sempre nelle mani del Napoli, che addormenta la partita. Il Parma attende le occasioni per ripartire. Resta a terra Kulusevski dopo un contatto con Demme e Koulibaly. La conclusione di Di Lorenzo all'85' dopo una triangolazione veloce con Lozano fa correre un brivido alla divisa del Parma, ma il pallone si spegne sul fondo

All'86' cambia tutto. Kulusevski si invola sulla destra, entra in area e si fa stendere da Koulibaly. Rigore che lo stesso futuro giocatore della Juve trasforma con reddezza (ottava rete stagionale).

Inizia il recupero, ben 6'. Giallo a Brugman per un intervento deciso su Zielinski. Era diffidato, salterà la gara con il Brescia. Giallo anche per Iacopoi per fallo su Younes. Sempre Younes spreca la palla del pareggio concludendo malissimo uno scambio velocissimo dell'attacco napoletano. Il Parma tira un respiro di sollievo. E' l'ultimo brivido. Con il triplice fischio arriva il ritorno alla vittoria del Parma e insieme la salvezza matematica. Si chiude la serie negativa di 1 punto in 7 partite per i ragazzi di D'Aversa.

Primo tempo Caldo torrido e umido, Siligardi, Caprari e Karamoh il tridente scelto da D'Aversa.

Al 4' la prima occasione della partita è del Napoli: tiro sporco, para Sepe. Sono gli azzurri che comandano il gioco, i crociati si sono fatti vedere un paio di volte dalle parti dell'area del Napoli ma senza creare pericoli. Al 21' ci prova Karamoh ma calcia molto largo di destro da buona posizione. Il Parma però continua a subire il ritmo della squadra di Gattuso.

Al 29' però il Parma in contropiede troa na grade ccasioen sfruttando un retropassaggio suicida della difesa patenopea, Karamoh in area scarta anche il portiere ma si trova troppo defilato serve Siligardi che calcia ma il suo tiro viene respinto dalla difesa. I crociati hanno preso un po' di fiducia e la partita si fa più equilibrata, il ritmo non è elevato.

Al 36' bella manovra corale della squadra di D'Aversa ma la conclusione di Grassi è  da dimenticare. Al 38' occasione per il Napoli: fallo di Bruno Alves su Politano al limite dell'area e punizione da posizione pericolosa. Il tiro di Maio Rui si stampa sulla barriera.  Il Napoli però rimane nella metà campo crociata, anche se non costruisce palle da rete clamorose

Quando iniziano i 2 minuti di recupero e la partita sembra avviarsi all'intervallo una gran giocata di Siligardi sulla destra smarca Grassi in area che viene atterrato: rigore. Sul dischetto Caprarigol!

La formazione del Parma Formazione rivoluzionato da D'Aversa che cambia tutto in attacco e toglie Iacoponi in difesa: Sepe, Darmian, Pezzella, Dermaku, Bruno Alves; Grassi, Brugman, Kurtic, Siligardi, Caprari, Karamoh.

RISULTATI 35esima GIORNATA

  • Atalanta-Bologna 1-0 
  • Sassuolo-Milan 1-2 
  • Parma-Napoli 2-1 
  • Inter-Fiorentina 0-0 
  • Lecce-Brescia 3-1 
  • Sampdoria-Genoa 1-2 
  • Spal-Roma 1-6 
  • Torino-Verona 1-1 
  • Udinese-Juventus (19:30)
  • Lazio-Cagliari (21:45)

CLASSIFICA

  • Juventus 80 34 25 5 4 72 36 
  • Atalanta 74 35 22 8 5 95 44 
  • Inter 73 35 21 10 4 74 36 
  • Lazio 69 34 21 6 7 69 37 
  • Roma 61 35 18 7 10 66 47 
  • Milan 59 35 17 8 10 55 44 
  • Napoli 56 35 16 8 11 56 47 
  • Sassuolo 48 35 13 9 13 64 60 
  • Verona 46 35 11 13 11 43 43 
  • Parma 43 35 12 7 16 49 51 
  • Fiorentina 43 35 10 13 12 43 45 
  • Bologna 43 35 11 10 14 48 58 
  • Cagliari 42 34 10 12 12 49 50 
  • Sampdoria 41 35 12 5 18 46 58 
  • Torino 38 35 11 5 19 42 63 
  • Udinese 36 34 9 9 16 32 48 
  • Genoa 36 35 9 9 17 44 65 
  • Lecce 32 35 8 8 19 45 77 
  • Brescia 24 35 6 6 23 33 74 (retrocesso in B) 
  • Spal 19 35 5 4 26 25 70 (retrocesso in B)