Sei in Il Parma

calcio

Krause: "Dal 1° gennaio lascio l'azienda a mio figlio e mi dedico tutto al Parma"

Il presidente: "Sto lavorando sul mio italiano, per il tempo che dedico e dedicherò alla società non è ancora sufficiente"

02 dicembre 2020, 14:36

Krause: "Dal 1° gennaio lascio l'azienda a mio figlio e mi dedico tutto al Parma"

Parma calcio e il suo presidente protagonisti tra le pagine del Financial Times. Il numero uno della società crociata fa anche un paio di annunci importanti: il primo è che  dal 1° gennaio lascerà il controllo della Kum & Go, azienda di famiglia dal 1959, al figlio Tanner, che ne diventerà CEO. Krause, dice, potrà così dedicarsi maggiormente ai suoi affari italiani, divisi tra calcio e vino, tra il Parma e la cantina che ha rilevato alcuni anni fa.

Poi entra nel dettaglio sportivo spiegando che, secondo lui, il palcoscenico della Serie A tornerà a splendere in Europa: "Era considerata il primo campionato per club al mondo. Ora è terza o forse quarta. Ma possiamo tornare secondi in poco tempo. Non primi solo perché la Premier League può avvalersi di un linguaggio universale, l’inglese. Ma il tempo ci dirà dove potremo arrivare". Una parentesi... personale:  "Sto lavorando sul mio italiano, ma per il tempo che dedico e dedicherò al Parma, il mio livello di italiano non è ancora sufficiente. Quando cammino per strada per Parma, la gente mi riconosce, mi chiamano “presidente”, chiedono di farsi una foto con me. Da proprietario di un'azienda vinicola si fanno molti meno selfie".

Sul versante calcio-affari: "Spero di portare una prospettiva di business diversa, e la prospettiva di un outsider, che possa aggiungere qualcosa di diverso alla conversazione in corso in questo momento in Italia su come il calcio italiano debba migliorare".

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA