Sei in Il Parma

SERIE A

Al Tardini stasera il Parma va a caccia dei tre punti

La cronaca in diretta sul nostro sito

di Paolo Grossi -

16 dicembre 2020, 10:16

Al Tardini  stasera il Parma va a caccia dei tre punti

Ecco un altro bel test per questo Parma che sta faticosamente cercando di cambiare pelle. Dopo 11 giornate i crociati hanno fatto altrettanti punti e la media li porterebbe dunque, a fine stagione, a una poco rassicurante quota 38. Non è mai troppo tardi dunque per dare qualche colpetto al gas, e provare a fare tre punti alla volta, cosa sin qui accaduta solo contro Verona e Genoa.
Purtroppo il fatto che il Cagliari, l'avversario di stasera al Tardini, abbia solo un punto in più del Parma e stia viaggiando ben al di sotto delle aspettative non può far venire l'acquolina in bocca.


In realtà anche gli isolani, pur avendo conservato per gran parte l'intelaiatura della passata stagione, in estate hanno cambiato allenatore. Dopo Maran e Zenga è toccato al quotato Di Francesco sedersi in panchina. In questa stagione così sincopata per colpa del covid però tutte le squadre che hanno cambiato allenatore stanno puntualmente faticando. La Juve ne verrà certamente fuori in virtù di un motore che potrebbe viaggiare anche con il pilota automatico, mentre lo stesso Cagliari, il Parma, il Genoa, il Torino hanno zoppicato parecchio. Evidentemente i tempi così accorciati del precampionato e anche del calendario mal si conciliano con la comprensibile voglia dei nuovi tecnici di apportare qualche variante personale al gioco della squadra. Nel caso del Parma poi, al di là dei cambiamenti in società, c'è stato da metabolizzare anche il boccone di otto nuovi acquisti arrivati tutti in un colpo a fine mercato, nessuno dei quali era pratico della serie A. L'operazione è ancora in corso se è vero che domenica sera a Milano tra i titolari c'era solo uno (Osorio) dei nuovi arrivati.
Intanto stasera ci sarà da venire a capo del Cagliari. probabilmente Di Francesco non farà le barricare ma a ben vedere non le ha fatte neppure il Benevento. Di questi tempi che arriva al Tardini senza velleità di alta classifica si limita a una difesa ordinata e a tempestivi raddoppi su Gervinho.  Ultimamente però ic rociati stanno imparando a fare male anche con gli inserimenti dei centrocampisti e questa è una variabile importante in fase d'attacco. Oggi potrebbero rientrare Kucka e Scozzarella, elementi di esperienza anche quando c'è da trovare spazi tra le linee serrate degli avversari. In avanti potrebbe toccare a Inglese giocare dall'inizio. Nel Cagliari sono molto temibili gli esterni offensivi Nandez e Sottil, oltre ovviamente a Simeone e Joao Pedro, una coppia da 25-30 gol a stagione. In difesa invece i sardi hanno meno qualità e il Parma potrebbe cercare di approfittarne, magari trovando un po' di spazio per il giovane Brunetta.