Sei in Il Parma

17a giornata

Colpo del Genoa: 2-0 e il Parma scivola al penultimo posto con il Torino battuto dal Milan. Risultati e classifica

09 gennaio 2021, 20:34

Colpo del Genoa: 2-0 e il Parma scivola al penultimo posto con il Torino battuto dal Milan. Risultati e classifica

Il Milano batte il Torino e torna alla vittoria con Ibra in campo negli ultimi 5 minuti

 Il Milan è tornato a vincere (2-0)  su un Torino che ha giocato solo nella ripresa. I rossoneri hanno superato bene l'handicap delle assenze. Pioli, insospettabile pretatticista, ha tirato fuori dal cilindro prima Calhanoglu e poi Ibra nel finale. Ma l’importante era tornare a vincere per conservare il primato. Il primo tempo è stato pressochè dominato dal Milan che ha affondato i colpi con lo scatenato Leao, su bella azione corale dei rossoneri e su rigore di Kessie. Un penalty discusso dai granata e decretato da Maresca dopo aver visto l’azione sullo schermo ha permesso alla capolista di mettere quasi al sicuro il risultato. Tanto più che le speranze del Toro (su punizione dell’ex rossonero Rodriguez) si sono infrante sulla traversa. Ma ad essere sinceri, i granata del primo tempo non hanno fatto molto e il vantaggio rossonero è sembrato meritato. Nella ripresa un rigore prima dato e poi negato da Maresca dopo aver visto l’azione allo schermo. L’ingresso a sorpresa di Calhanoglu ha caratterizzato la ripresa. I granata hanno cercato di riaprire la gara, invano. Leao verrà squalificato. Ma tanto è rientrato Ibrahimovic... Pur tartassato dagli infortuni, il Milan ha così battuto il Torino, conservando la testa della classifica.

 Il nuovo Genoa di Ballardini non si ferma e conquista il settimo punto in quattro partite: 2-0 al Bologna. Il Bologna di Mihajlovic non sa più vincere e rischia di essere risucchiato dalla lotta salvezza. Al Ferraris vince il Genoa per 2-0 grazie alle reti di Zajc e di un ritrovato Mattia Destro, al sesto sigillo stagionale in quattordici apparizioni. A Genova il campo pesante complica non poco la manovra delle due squadre che però nei primi dieci minuti sfoggiano un approccio arrembante. La prima fiammata è di Criscito, oggi schierato a tutta fascia, con un mancino da fuori area che costringe Da Costa all’intervento in tuffo sul primo palo. La risposta del Bologna - padrona del campo con più del 65% del possesso palla - è affidata a Vignato che al 14' impegna Perin con un tiro dalla distanza. L’episodio scuote il talento italo-brasiliano che alla mezz'ora di gioco sale in cattedra e inizia a disegnare calcio. Al 33' l’ex Chievo sfoggia un lancio alla Totti per Orsolini che col mancino costringe Perin a salvarsi in corner. La partita sembra ormai essere nelle mani del Bologna ma nel finale di tempo al Genoa basta una fiammata di Shomurodov per passare in vantaggio. 
Al 44' l’uzbeko si beve Paz sulla fascia e crossa al centro dove Da Costa è decisivo in un primo momento sul tiro di Zappacosta e incolpevole successivamente sul tap in vincente di Zajc. Nella ripresa Ballardini opta per un doppio cambio: fuori Criscito e Behrami, dentro Ghiglione e il 2001 Ebongue, subito protagonista. Al 55' il Bologna trova il 2-0, la firma è di Destro ma l’errore è tutto di Schouten. Ebongue ruba palla al centrocampista olandese e serve l’attaccante italiano che a tu per tu con Da Costa non sbaglia. La rete del raddoppio chiude definitivamente un match che il Bologna prova senza successo a riaprire con i cambi: fuori Schouten e Orsolini, dentro Barrow e Skov Olsen. Ma non basta per ribaltare una partita che può cambiare il volto della lotta salvezza. 

Interpretazione perfetta della gara da parte dell’Atalanta di Gasperini che si impone al Ciro Vigorito per 4-1 contro il Benevento nella diciassettesima giornata di Serie A. A nulla serve il momentaneo pareggio di Sau, le reti di Ilicic, Toloi, Zapata e Muriel consegnano i tre punti agli ospiti. Nerazzurri che conquistano il quinto risultato utile consecutivo e si portano al quarto posto a quota 31 punti, mentre gli uomini di Inzaghi, dopo la vittoria nello scorso turno a Cagliari, subiscono una battuta d’arresto e rimangono al decimo posto a 21 punti. Avvio aggressivo dei bergamaschi che dominano per tutto il primo tempo e per poco non passano in vantaggio dopo appena due minuti dall’inizio della gara. Al 19' incredibile errore di Zapata, che a tu per tu con Montipò, cerca l’angolino di testa ma manda fuori di un soffio su assist di un ispiratissimo Ilicic. Lo sloveno, poco dopo, approfitta di un passaggio sbagliato da Foulon e si incunea in area in mezzo a quattro avversari riuscendo a concludere sul primo palo con una leggera deviazione di Glik che inganna l’estremo difensore giallorosso. Gli uomini di Inzaghi subiscono il contraccolpo psicologico e i nerazzurri vanno vicinissimi al raddoppio prima in seguito a una goffa uscita di Montipò e poi con la conclusione pericolosa di Ilicic che si stampa sul palo. Sul finire della prima frazione il Benevento prova ad abbassare i ritmi e le squadre tornano negli spogliatoi con il risultato che rimane invariato. Nella ripresa al 50' i giallorossi agguantano il momentaneo pareggio con l’assist del neo entrato Pastina per l’inserimento dalle retrovie di Sau che in spaccata non lascia scampo a Gollini, ma in due minuti l'Atalanta raddoppia e cala il tris con i gol di Toloi e Zapata. A cinque minuti dalla fine dei 90 minuti regolamentari arriva anche il poker con il gran gol di Muriel che infila la sfera sotto al sette dove Montipò non può arrivare. 

Risultati

SERIE A - 17^ GIORNATA -

10/01 - ORE 15 Benevento - Atalanta 1-4

Genoa - Bologna 2-0

Milan - Torino ore 20.45

Roma - Inter ore 12.30

Parma - Lazio

Udinese - Napoli

Verona - Crotone

Fiorentina - Cagliari (ore 18)

Juventus - Sassuolo (ore 20.45)

Spezia - Sampdoria (11/01, ore 20.45) 

Classifica

   PT G V N P GF GS 
Milan 40 17 12 4 1 37 19 
Inter 36 16 11 3 2 41 21 
Roma 33 16 10 3 3 35 24 
Atalanta 31 16 9 4 3 40 22 
Juventus 30 15 8 6 1 32 15 
Sassuolo 29 16 8 5 3 29 23 
Napoli 28 15 9 1 5 32 15 
Lazio 25 16 7 4 5 25 25 
Verona 24 16 6 6 4 20 15 
Benevento 21 17 6 3 8 20 30 
Sampdoria 20 16 6 2 8 25 26 
Bologna 17 17 4 5 8 23 31 
Udinese 16 15 4 4 7 17 23 
Fiorentina 15 16 3 6 7 17 23 
Cagliari 14 16 3 5 8 23 33 
Spezia 14 16 3 5 8 21 31 
Genoa 14 17 3 5 9 18 30 
Parma 12 16 2 6 8 13 31 
Torino 12 17 2 6 9 26 35 
Crotone 9 16 2 3 11 16 38

© RIPRODUZIONE RISERVATA