Sei in Il Parma

Tardini

Parma-Milan 1-3

10 aprile 2021, 17:03

Parma-Milan 1-3

Due partite, prima e dopo l'espulsione di Ibra (proteste). Un regalo al Parma che i crociati, in quel momento (al 60') sotto di due gol non sfruttano. Prima (partita) con un Milan concreto e tranquillo: concreto a sfruttare tre occasioni con due gol (Rebic e Kessie a inizio e fine del primo tempo), tranquillo a gestire l'offensiva del Parma. Tanta volontà ma poca concretezza. Seconda partita dopo l'espulsione di Ibra: si gioca ad una porta sola. Il Milan soffre, ma i crociati non sfruttano se non con un gol di rabbia di Gagliolo. Il Parma non ha concretizzato. Ultima azione con Traorè che perde palla e in contropiede Leao non fallisce e chiude i giochi.

"Una partita compromessa nel primo tempo: siamo stati timidi e rinunciatari. Non meritavamo la sconfitta - ha commentato D'Aversa pochissimi minuti dopo la fine della partita -. Nel secondo tempo non abbiamo sfruttato bene la superiorità numerica. Ci sono state delle occasioni ma non le abbiamo concretizzate" Ha poi aggiunto: "Le due reti sono merito non tanto delle qualità avversarie, ma della nostra poca cattiveria. Non possiamo partire nel primo tempo con un approccio così timido e rinunciatario, c'è stata poca voglia di mettere in difficoltà l'avversario".  Male Gervinho sostituito all’intervallo con Cornelius: "Ho fatto un cambio ma in tanti hanno giocato sotto tono nella prima frazione di gioco. Gervinho non è l’unico responsabile Non siamo stati bravissimi nel secondo tempo, davanti avevamo una grande squadra. Non abbiamo avuto cattiveria e determinazione: timidi e rinunciatari. Molti giocatori, non solo Gervinho hanno iniziato non con il piglio giusto, come Kucka e Pellè". Cosa è successo rispetto all'anno scorso: "Se il Milan ti fa un regalo, la disponibilità in avanti non c'è per sfruttare questo regalo. Nei due anni precedenti nel girone d'andata avevamo fatto punti sicurezza. Per quanto mi riguarda prendiamo troppi gol. Finiamo in crescendo, il problema nostro sono i troppi gol subiti. Molti li abbiamo presi su palle inattive, oggi no, ma abbiamo commesso degli errori". Cagliari, Crotone, Torino e Juve, la salvezza passa attraverso il prossimo mese: "Tecnicamente la squadra è migliorata, ma preferirei avere numeri peggiori e punti in più", "Essere bellini, in Serie A non basta. Abbiamo commesso degli errori. Forse dovuto alla classifica. Mancano partite che ci permettono di raggiungere il risultato. Basta poco per cambiare la stagione, vedi lo Spezia oggi con il Crotone. Quel qualcosa, manca, che ci porta a chiudere positivamente una partita".

La partita

 Il Milan risolve la pratica nella prima frazione di gioco con due reti che hanno in comune la stessa azione manovrata ma interpreti diversi. Per il vantaggio rossonero bisogna aspettare 9': Ibrahimovic controlla un pallone difficile, lo gestisce e lo serve in mezzo a cinque avversari a Rebic che si gira e col destro lascia partire un tiro che si infila sotto l'incrocio dei pali. L’azione del secondo gol è più elaborata e parte da Saelemaekers, passa per Calhanoglu, Bennacer e il solito Ibrahimovic e viene rifinita da Theo Hernandez per l’inserimento con tiro vincente di Kessie. Nella ripresa, D’Aversa cambia: fuori Gervinho, dentro Cornelius; meno velocità, più fisico.
Ma se il protagonista del primo tempo è stato Ibrahimovic, quello dell’avvio di ripresa è un altro di quei giocatori che stanno discutendo il rinnovo: al 50' Donnarumma fa il fenomeno con un doppio intervento, prima su Conti e poi sul tiro a botta sicura di Pellè. Ma quando la partita sembra essere in pugno per Pioli, ecco l’episodio che riapre tutto: al 60' Ibrahimovic viene espulso da Maresca per qualche parola di troppo e i rossoneri subiscono subito gol al 67': Pellè riceve un lancio in area e di testa fa da sponda per il tocco sotto porta di Gagliolo. Il Milan si chiude in trincea nel finale: dentro Dalot, Meitè, Gabbia e Krunic per aggiungere fisicità ad una gara fisica. La squadra di Pioli resiste all’assedio e la chiude: Dalot ruba palla e premia la velocità di Leao che firma il 3-1 definitivo.  

 

La partita in pillole

Finisce la partita: il Milan batte il Parma 3-1

95' Dalot ruba palla a Traorè e si fa tutto il campo in fuga. Leao è libero al centro, Dalot gli serve la palla per il tocco in rete

94' Bani di testa, a lato di poco

93' Parma a testa bassa. Serve un guizzo.

90' Giallo per Meite

89' Si gioca ad una porta sola. Cross teso dentro di Man, Donnarumma esce e blocca

88' Cross dentro, Traorè svetta e colpisce di testa, alto

87' Il fallaccio è di Krunic sulla caviglia di Pellè, ma l'arbitro dà la punzione a favore del Milan

86' Kessie defilato colpisce a botta sicura: alto

84' Traorè dentro per Conti. Fuori Rebic per Leao

83' Kucka cambia ritmo e dal vertice trova spazio per il tiro. La palla non scende: alta

82' Cornelius cic riprova, deviato in angolo

81' Il Milan sta cercando di far passare i minuti spezzettando il gioco

80' Kessie calcia il pallone a gioco fermo. Ammonito 

79' Tiro da distanza siderale di Grassi. Donnarumma blocca in tuffo

78' Falaccio di Hernandez su Man: ammonito

77' Krunic e Gabbia dentro per Kalulu e Calhanoglu

76' Cornelius riceve palla in area, la difende e trova lo spazio per tirare. Debole a lato

75' Si gioca nella metà campo rossonera

74' Busi dentro per Pezzella

73' Pezzella pare non ce la faccia. Busi pronto a entrare

72' Dentro Dalot e Meite per Bennacer e Saelemaekers

71' Si combatte a centrocampo

70' Man dal limite, bomba deviata in angolo

67' Pellè dal fondo riesce a toccare nel cuore dell'area. Gagliolo anticipa Donnarumma e tocca in gol

63' Parma in avanti, un po' di confusione e con poca lucidità: la difesa del Milan controlla

60' Grassi dentro per Hernani

60' Rosso a Ibrahimovic per proteste

58' Tutti in area. Ma Hernani calcia direttamente sul fondo

57' Fallaccio di Kessie su Cornelius al limite

51' Cornelius, Pellè, Hernani, Conti e Kucka, batti e ribatti (della difesa del Milan) in area ma nessun tocco vincente del Parma. Donnarumma bravissimo due volte. Il Parma non molla

50' Ibra da vicino, ma defilato, colpisce a botta sicura. Sepe blocca in tuffo

46' Dentro Cornelius (fuori Gervinho)

Cornelius si sta riscaldando. Probabile il suo ingresso in campo nel secondo tempo

Il Milan non fallisce le tre occasioni che ha avuto e segna due gol a inizio partita con Rebic e alla fine del primo tempo con Kessie. Tanto Parma in mezzo (tranne i primi 15 ' in cui ha preso le misure al match) in avanti con volontà. Ma la volontà non basta: non solo il Milan ha coperto tutti gli spazi con tranquillità, ma ai crociati è mancato l'ultimo tocco. Oltre ai guizzi di Gervinho. 

43' Kessie riceve un passaggio filtrante (da Theo Henrnadez che scambia con Ibra) l'ivoriano nel cuore dell'area, non sbaglia: 2-0

38' Ammonito Gagliolo (diffidato salta la prossima). Punizione, palla dentro (con Ibra che rimette in gioco un pallone che stava uscendo), ma Tomori si fa male. Gioco fermo.

38' Ibra salta (su punizione) ma non dà potenza alla palla

37' Giallo per Pezzella che ferma Saelemaekers. Punizione del Milan a pochi metri dal lato dell'area

36' Passaggio filtrante di Ibra che attraversa l'area senza che nessuno arrivi a toccare il pallone

34'  Il Parma ci prova, ma non trova spazio e l'ultimo tocco

33' Cross di Pezzella, svetta Pellè che riesce solo a spizzare il pallone (sul fondo)

31' Bell'angolo di Hernani che disegna una bella trattoria, ma un difnesore del Milan riesce a toccare fuori

31' Parma in avanti sulla sinistra. Palla a Pezzella ma il Milan si difende in calcio d'angolo

30' Ora è il Milan che si fa vedere in avanti. Ma Kurtic difende

28' Lancio lungo per Pellè, ma Tomori copre il pallone che scivola sul fondo

27' Il Parma spinge, ma ancora non ci sono spazi

25' Ora attacco del Parma a sinistra. Pezzella crossa, ribattuto in angolo

24' Fallaccio a centrocampo di Calhanoglu su Kurtic. Ammonito

23' Altro cross dalla destra, con Conti, ma ancora Kalulu controlla Pezzella dall'altra parte della fascia

21' Parma ancora in avanti, Bani cambia gioco, ma Kalulu copre il pallone che scivola fuori

18' Azione del Parma sulla destra, passaggi fitti per trovare lo spazio giusto, palla a Man che spara: Donnarumma blocca

16' Ibra si libera e scarica, Bani devia in angolo

15' Parma ancora in avanti, ora passaggi laterali ma per tre volte la difesa del Milan fa suo il pallone

14' Il Parma trova finalmente spazio sulla destra con Man, cross dentro ma Pellè non ci arriva. 

13' Tanto Milan e poco Parma: i crociati si affidano al contropiede ma non trovano spazi

9' Milan in contropiede, tocco che finisce sul braccio di Bani: ammonito.

8' Ibra controllo e tocco per Rebic dentro l'area, il croato si sposta il pallone e spara: gol

5' Buco della difesa del Parma, si inserisce Kessie che dal limite spara: Sepe tocca e alza sopra la traversa

3' Trama offensiva prolungata del Milan. La difesa crociata recupera palla e rilancia. Pezzella tocca per Gervinho che è scattato: ivoriano in fuorigioco

2' Già due retropassaggi ai portieri: uno per Sepe, uno per Donnarumma

Parma nella classica divisa crociata. Classico anche per il Milan in rossonero. Parma in attacco da destra verso sinistra

Problemi per Dierckz nel riscaldamento. Il giovane difensore belga, che non è tra i titolari, comunque sarà in panchina.

Le formazioni in campo

PARMA (4-3-3): Sepe; Conti, Bani, Gagliolo, Pezzella; Hernani, Kurtic, Kucka; Man, Pellè, Gervinho. A disp. Colombi, Grassi, Cornelius, Brugman, Laurini, Bruno Alves, Osorio, Dierckx, Valenti, Traoré, Camara, Busi. All. D'Aversa.
MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Kalulu, Kjaer, Tomori, Théo Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. A disp. Tatarusanu, A. Donnarumma, Dalot, Castillejo, Tonali, Mandzukic, Hauge, Leao, Meite, Brahim Diaz, Krunic, Gabbia. All. Pioli.