Sei in Il Parma

calcio serie A

Cagliari-Parma: Karamoh non recupera, D'Aversa: "Partita fondamentale della stagione"

Tornano disponibili Brunetta, Valenti e Mihaila

16 aprile 2021, 14:18

Cagliari-Parma: Karamoh non recupera, D'Aversa: "Partita fondamentale della stagione"

 Il tecnico del Parma, Roberto D’Aversa, ha convocato 24 calciatori per lo scontro diretto in programma domani (ore 20.45) in casa del Cagliari, match-salvezza di fondamentale importanza. Questa la lista: Portieri: Colombi, Rinaldi, Sepe. Difensori: Bruno Alves, Bani, Busi, Dierckx, Laurini, Osorio, Pezzella, Valenti. Centrocampisti: Brugman, Camara, Grassi, Kucka, Kurtic, Sohm, Traorè. Attaccanti: Brunetta, Cornelius, Gervinho, Man, Mihaila, Pellè. 

“Quella di domani a Cagliari sarà la partita fondamentale della nostra stagione, una finale che giocheremo contro una squadra che rappresenta un’intera regione”. Roberto D’Aversa non usa mezzi termini per misurare l’importanza di una sfida da dentro o fuori: “Chi uscirà dal campo con i tre punti potrà avere più possibilità di salvarsi. Sarà necessaria la massima concentrazione per 95 minuti senza ripetere l’approccio sbagliato che la squadra ha avuto contro Benevento e Milan. Giocheranno gli undici che mi hanno dato i segnali migliori in settimana. Adesso per noi conta solo questa partita”.

"Domani è la partita. Chi vince ha più speranza di fare un certo tipo di cammino".  Rispetto alla scorsa settimana, il Parma ritrova nell’elenco dei 24 convocati sia Mihaila che Brunetta, entrambi destinati alla panchina ma che offrono qualche alternativa in più al reparto offensivo ultimamente in emergenza. Tra gli indisponibili figurano lo squalificato Gagliolo e gli infortunati Conti, Cyprien, Hernani, Iacoponi, Inglese, Karamoh, Nicolussi Caviglia e Zirkzee ma nei 90' più importanti della stagione si dovrebbe rivedere Osorio al centro della difesa. Dubbio tra Busi e Laurini a destra mentre è probabile che Gervinho, in ombra anche contro il Milan, possa rimanere fuori dall’undici iniziale per far spazio a Grassi con l’avanzamento di Kucka nel tridente completato dagli inamovibili Pellè e Man.