Sei in Il Parma

TRASFERTA

Torino-Parma 1-0 L'agonia è finita, si riparte dalla serie B

Per i crociati retrocessione matematica. D'Aversa: "Ci sonio mancate personalità e determinazione. Ma la società si sta strutturando per diventare un club importante. Il futuro sarà roseo",

03 maggio 2021, 21:37

Torino-Parma 1-0 L'agonia è finita, si riparte dalla serie B

Trasferta amara per i crociati: il Torino vince 1-0. E a questo punto per il Parma la retrocessione in serie B è anche questione di matematica.  

Finisce come ormai si sapeva e come nessuno avrebbe previsto a inizio anno: Parma matematicamente in B, appena 20 punti racimolati in 34 partite.  Il Torino prova lo scatto salvezza: l’1-0 granata firmato Vojvoda nel secondo termpo permette alla formazione di Davide Nicola di allontanarsi dal terzultimo posto e condanna invece i crociati. 

D'Aversa: "Tutti responsabili, ma questo club ha futuro roseo" 
«Ci sono mancate personalità e determinazione. Abbiano subito troppi gol, perso partite già vinte come quella col Cagliari, che ha cambiato tutto per loro e anche per noi. Di certo è anche colpa mia e la retrocessione dispiace perchè questo club merita la serie A». Lo ha detto l'allenatore del Parma Roberto D’Aversa, ai microfoni di Sky Sport. 

«Anche stasera potevamo fare meglio, abbiamo avuto occasioni ma siamo stati imprecisi, troppo frenetici - ha proseguito il tecnico, tornato a gennaio sulla panchina gialloblù al posto dell’esonerato Fabio Liverani -. Dispiace, dopo un lavoro fatto di quattro anni, purtroppo si torna in una categoria che non fa parte di una città e di una squadra come il Parma. Siamo tutti responsabili di questo». «Il mio futuro? Questo pensiero oggi non ce l’ho, sicuramente non penso al futuro. La società si sta strutturando per diventare un club importante. Il futuro sarà roseo, ma il dispiacere per il momento che stiamo vivendo è tanto». 
 

La partita

Nella formazione crociata la novità del giorno è il ritorno di Bruno Alves dopo tanto tempo. 
Inizio di partita equilibrato, con le squadre che si prendono le misure. Nel primo quarto d'ora i crociati fanno pressing e il Toro sembra un po' subire, ma al 12' e 13' prima Belotti in contropiede e poi Sanabria si creano occasioni da gol davanti alla porta del Parma. Il Toro si scioglie e continua a pressare: vuole i tre punti, per la squadra di casa questa è una partita delicata in ottica di classifica. Ma i crociati ci sono e al 22' Cornelius ha la prima vera occasione della partita: un suo potente tiro è alto, ma nemmeno di tanto. Subito dopo il Torino "risponde" con un'azione pericolosa nell'area del Parma. 
Il Torino ci prova per tutto il primo tempo, fra alti e bassi. Sale il nervosismo in campo ma le palle gol non sono molte. 
Nella ripresa le squadre continuano a pressare e parare i colpi, finché la situazione si sblocca al 62': azione di Ansaldi e Vojvoda, che firma il gol del vantaggio dei padroni di casa. E per il giocatore è il primo gol in serie A.  A questo punto il Torino prende vigore e continua ad attaccare: al 71' Belotti la mette in rete ma è in fuorigioco e il punteggio resta 1-0 per i granata. 
Nell'ultima parte della ripresa il Torino tende a difendere il risultato; i crociati fanno alcuni cambi (entrano Busi, Brunetta e Pellè) e tentano di pressare di più. Ma il risultato non si sblocca: alla fine dei tre minuti di recupero Torino batte Parma 1-0.  
I crociati restano a 20 punti, condannati (anche) dalla matematica. In zona retrocessione, due squadre su tre sono già definite: Parma e Crotone. Il Torino lotta ancora e la partita con i crociati era fondamentale, da questo punto di vista. 

Chiudi
PrevNext
1 di 21