×
×
☰ MENU

Un Parma inguardabile esce fra i fischi del Tardini. Solo grazie a Buffon strappa un punto al Cosenza

21 Novembre 2021,10:36

Un Parma inguardabile esce dal campo sotto i fischi del Tardini al termine di una partita nella quale raccoglie un punto solo grazie alle prodezze di Buffon. Squadra senza logica, senza gioco, senza grinta, senza senso. Un solo tiro nella porta è valso il gol di Juric poi nella ripresa la squadra di Maresca è sparita dal campo. E di fronte aveva una squadra assolutamente modesta come il Cosenza e ora i crociati sono invischiati nei bassifondi della classifica.

La realtà è che il Parma non va da nessuna parte con questo atteggiamento. Urge un cambiamento radicale prima che sia troppo tardi. E sembra tutto un film già visto l'anno scorso.

Maresca: "Avevamo l'obbligo di vincere, la responsabilità è mia"

 

“Difficile da capire l’andamento della gara oggi. Nella prima parte eravamo molto simili alla prima mezzora giocata contro il Vicenza, stavamo nella loro metà campo e persa palla la recuperavamo immediatamente. A fine primo tempo abbiamo provato a cambiare qualcosa che ci convinceva poco e nella ripresa siamo spariti. Non so se sia stato per la responsabilità data dall’obbligo di vincerla, ci sentivamo con l’obbligo di doverla vincere: venendo da una brutta sconfitta volevamo rifarci dando una soddisfazione a noi stessi e alla gente”

“Il Cosenza ha avuto occasioni anche per vincerla, oggi sono state due gare diversa in una: nel primo tempo bene nella prima mezzora poi abbiamo chiuso con qualche difficoltà, nel secondo tempo loro hanno creato più occasioni di noi. Abbiamo detto anche ieri che gli altri per diversi motivi sono più avanti di noi, c’è qualcosa che non va, oggi la responsabilità è mia: ho provato a caricare la gara con l’obbligo dei tre punti, perchè vincere sarebbe stato positivo per l’ambiente riavvicinandoci anche lì dove pensavamo di arrivare. Non è solo una questione legata a oggi, sono passate 13 gare, ovvero un terzo del campionato: se la classifica è questa, c’è più di qualcosa che non va”

“Non credo sia un problema tattico, siamo partiti in un certo modo per trovare anche delle soluzioni in un momento delicato e abbiamo modificato poi qualcosa. Dal punto di vista mentale ci sono delle difficoltà per diversi motivi. La responsabilità di oggi me la prendo io. Dispiace perchè nella prima mezzora eravamo in pieno controllo della gara, poi nel secondo tempo è andata in modo diverso e si fa davvero fatica a capire”

“Sui tifosi c’è poco da dire, per 95 minuti hanno provato a darci una mano, poi ci sta che le reazione sia stata quella che è stata. Io l’ho detto diverse volte: questa responsabilità di dover vincere un campionato, ribadisco anche oggi che può sembrare una pazzia, comunque me la assumo; poi c’è a chi pesa di più dentro e a chi meno: per chi ha una storia alla spalle il peso è relativo, a chi non ce l’ha gli pesa di più. Il morale negli spogliatoi era pessimo, i ragazzi avevano voglia di dare una soddisfazione a loro stessi e ai nostri tifosi, parliamo dell’immediato ed è normale. Il ritiro? Non credo sia la soluzione”

“Sono l’allenatore e sono responsabile di questa squadra, come sempre abbiamo detto se le cose funzionano e vanno bene il tecnico non sbaglia, se non arrivano i risultati l’allenatore sbaglia e ha torto. Ero preso dalla gara, non ho fatto caso ad alcun striscione ma ai tifosi c’è da dare poco, anche oggi soprattutto nel secondo tempo con la squadra in difficoltà hanno provato ad aiutare i ragazzi”

 

SECONDO TEMPO

Finisce così, con il Tardini che fischia fortissimo i crociati.

94' Cosenza vicinissimo al gol della vittoria, palla di un soffio sopra la traversa

I tifosi della Nord cominciano a rumoreggiare e gridano: "Tirate fuori le palle"

90' Saranno 4 i minuti di recupero.

Con il Cosenza schierato in difesa il Parma non trova spazi e continua nel suo sterile giro palla senza arrivare mai al tiro.

Ultimi minuti di gioco prima del recupero. Il Parma ora sta cercando di attaccare ma senza costrutto.

85' Clamoroso pasticcio di Vigorito che perde palla sulla pressione di  Benedyczak a due passi dalla linea di porta ma è fortunato e la palla finisce sul fondo.

84' Gori di nuovo dal limite, Buffon in tuffo mette in angolo.

80' Esce Caso, entra Millico. Ma anche Man al posto di Mihaila.

79' Ammonito Palmiero che trattiene Mihaila lanciato in contropiede. Ma ammonito anche Schiattarella per proteste.

78' Ancora Cosenza vicinissimo al gol: Caso salta difensori come fossero birilli poi scarica dal limite dell'area e sfiora il palo.

Non poteva che andare così, visto che il Parma è sparito dal campo nella ripresa, ma la partita non è ancora finita. E non è detto che questo sia necessariamente un bene.

74' PAREGGIO DEL COSENZA Inevitabile arriva il pareggio, lo segna Tiritiello che salta tutto solo sul calcio d'angolo e di testa batte l'incolpevole Buffon: 1-1

73' Altro miracolo di Buffon, stavolta sul tiro dal limite di Gori. Parma davvero imbarazzante.

Ancora 20' di gioco che saranno di grande sofferenza.

Il Parma è veramente irriconoscibile.

71' Maresca toglie anche Tutino e mette dentro Sohm.

69' Altro miracolo di Buffon sulla punizione di Boultam poi Schiattarella salva ancora. Cosenza veramente a un nulla dal pareggio.

68' Ammonito anche Vazquez, che è sparito dalla partita e che è sempre in ritardo. Come in occasione di questa azione nella quale è costretto ad abbattere Caso prima che questi entri in area indisturbato.

I crociati sono schiacciati nella propria trequarti e non riescono ad uscire.

66' Ci prova Palmiero da fuori area, palla a lato ma il Cosenza è sempre padrone del campo.

64' Nel Cosenza entrano Boultam al posto di Vallocchia e Florenzi al posto di Anderson.

Questa involuzione del Parma è veramente preoccupante.

62' Batte Mihaila malissimo, il Cosenza riparte in contropiede ma Cobbaut risolve.

61' Tutino fa respirare la squadra e Coulibaly conquista una punizione sulla trequarti.

E' un'altra partita rispetto a quella del primo tempo: il Cosenza domina e il Parma è in continuo affanno, incapace di reagire.

58' Incredibile!  Caso di nuovo a tu per tu con Buffon che lo ipnotizza e gli respinge il tiro. Un gol praticamente già fatto quello sbagliato da Caso. Ma forse la sua posizione di partenza era irregolare. Sta di fatto che il Parma è in assoluta difficoltà.

L'innesto di Schiatterella era inevitabile vista la grande difficoltà a centrocampo dei crociati.

57' Maresca vede la difficoltà dei suoi e mette Schiattarella al posto di Brunetta e Benedyczak al posto di Inglese.

Tre occasioni in 5 minuti tutte per Caso, il Parma sembra ipnotizzato e non riesce a reagire. La palla non esce dalla trequarti crociata.

55' Caso sfiora il pareggio! Cross dalla destra, testa di Caso che anticipa Delprato e manda di un soffio oltre il secondo palo.

Il Parma sembra in bambola! Deve reagire!

53' Ancora Cosenza pericoloso: bel tiro da fuori di Caso e palla sopra la traversa ma di poco.

51' Punizione battuta velocemente e a sorpresa e palla a Caso che si trova tutto solo davanti a Buffon che però para con il palmo aperto salvando il risultato.

51' Ammonito anche Coulibaly che strattona per la maglia ripetutamente l'avversario.

49' Bel tiro da lontano di Delprato e difficile parata a terra di Vigorito.

Iniziato senza cambi il secondo tempo.

Il Parma  è riuscito a passare in vantaggio alla prima occasione e sono stati bravissimi Inglese (autore dell'assist) e Juric (autore del gol) a farsi trovare pronti. Dopo di che i crociati hanno controllato la partita senza concedere quasi nulla al Cosenza ma anche senza riuscire a creare veri pericoli al portiere calabrese. Un paio le occasioni avute per raddoppiare ma sono state sbagliate entrambe da Inglese. Per ora va bene così, ma bisognerà fare meglio nella ripresa per evitare brutte sorprese.

PRIMO TEMPO

Finisce qui il tempo.

45' Dalla destra calcia Brunetta male, la difesa libera senza problemi.

44' Punizione per il Parma. Forse sarà l'ultima opportunità del primo tempo.

Il Parma chiude la frazione in calando mentre il Cosenza prende campo pur senza riuscire ad andare al tiro.

Ultimi 5 minuti del primo tempo.

34' Gori sparacchia altissimo, nessun problema per Buffon.

31' Juric chiede calcio di rigore per un tocco sul suo piede di Tiritiello ma il Var dice di no.

La partita continua a tenere ritmi molto bassi che al Parma, visto il vantaggio, per il momento stanno bene.

29' Grande occasione per il Cosenza che sfiora il pareggio: sul tiro di Vallocchia Danilo sfiora e mette oltre il secondo palo in calcio d'angolo.

28' Colpo di testa di Inglese sul cross di Cobbaut, palla sopra la traversa.

26' Carraro su punizione aggira la barriera ma Buffon è attento e para.

25' Sul contropiede del Cosenza Brunetta atterra l'avversario e si prende il primo giallo della partita.

25' Bella palla di Tutino per Vazquez che al momento di entrare in area viene fermato da un difensore.

Il Parma arriva con facilità sulla trequarti del Cosenza ma poi si blocca e non riesce ad andare al tiro.

21' Bello spunto di Vazquez che fa da torre per Inglese sul lancio di Cobbaut ma Inglese sbaglia tutto al momento di concludere.

12' PARMA IN VANTAGGIO! Segna Juric. Splendido assist di Inglese che taglia in area per ricevere il pallone e di prima, senza guardare, mette uno splendido cross rasoterra dove sa che deve arrivare un compagno. E infatti c'è Juric che non sbaglia: 1-0.

Galvanizzato dall'occasione di Caso il Cosenza ora cerca di alzare il baricentro. Il Parma non riesce a ripartire.

9' primo tiro della partita: è di Caso del Cosenza con una conclusione dal limite sulla quale Buffon si distende a terra e para in due tempi.

Le due squadre al momento si equivalgono e nessuno riesce a prendere l'iniziativa. Tanti gli errori a centrocampo, i portieri assistono inoperosi.

7' primi minuti assolutamente interlocutori

In realtà il Parma sembra schierato  con una difesa a tre (Delprato, Danilo, Cobbault) e con Mihaila che fa il terzino destro a tutta fascia mentre Coulibaly si occupa della fascia sinistra. In attacco quindi c'è la coppia Tutino-Inglese

Mihaila è posizionato sulla destra, Inglese al centro e Tutino a sinistra.

Partiti!

Il Parma ha ufficializzato la formazione che alle 14 al Tardini affronterà il Cosenza. Maresca ha scelto di giocare con il tridente offensivo composto da Tutino, Inglese e Mihaila. Questa la formazione: Buffon in porta, difesa a 4 con Delprato, Danilo, Cobbaut e Coulibaly; centrocampo a 3 con  Brunetta, Juric e Vazquez e appunto attacco formato da Tutino, Inglese e Mihaila. Il tecnico quindi ritorna alla difesa a 4 lancia una formazione ultra offensiva con un solo centrocampista di ruolo, Juric.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI