×
×
☰ MENU

Thuram contro il razzismo: "Già da bambino mi chiedevo il perché"

Thuram contro il razzismo: "Già da bambino mi chiedevo il perché"

07 Ottobre 2021,11:40

 "Pelè è stato un grandissimo giocatore. Non riesco a capire una cosa però. Lui poteva accelerare il tempo e cambiare la visione della gente sulle persone nere. Poteva fare di più contro il razzismo e questo mi dà un pò fastidio. Quando sei più di un giocatore importante, devi aprire gli occhi alle persone". Lo ha detto Lilian Thuram, ex difensore della Nazionale francese nonchè di Parma e Juve (tra le altre), al Festival dello Sport di Trento, dove è stato ospite della Gazzetta dello Sport.

In Italia il campione transalpino giunse nel '96: "Arrivato a Parma, presi una bici e arrivai a piazza del Duomo ed ebbi l'impressione che il tempo si fosse fermato: mi dissi 'sono finito in un posto incredibilè. Mi sono innamorato sin da subito di Parma, è stata la prima volta che sono andato all’estero, dove sono stato per la prima volta straniero. I miei figli inoltre sono nati a Parma". Poi si passa all’esperienza alla Juve: "Come a Parma ebbi la fortuna di giocare con calciatori importanti. Sia in Emilia che alla Juve giocai con Cannavaro e Buffon, due fratelli per me. Quando al Parma si perdeva una partita non era grave. Alla Juve è diverso, bisogna vincere sempre. Pareggiare una partita è una tragedia". 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI