×
×
☰ MENU

"Etichetta dei pantaloni sessista", l'azienda la cambia

"Etichetta dei pantaloni sessista", l'azienda la cambia

12 Gennaio 2021,06:30

L’etichetta dei pantaloni sembra 'sessistà? Azienda la cambia. Con un giro di e-mail la Successori Bernagozzi di Argelato (Bologna), titolare del marchio 'BL.11', ha fatto sapere alla Conferenza delle Donne Democratiche della Toscana di avere «provveduto a cambiare immediatamente etichetta nei pantaloni della nostra prossima collezione». Le stesse donne Dem hanno difffuso il testo della lettera di risposte dell’azienda di moda. Il motivo è in una scritta notata dal sindaco di Certaldo (Firenze) Giacomo Cucini il quale aveva letto sull'etichetta di un proprio paio di pantaloni la scritta 'Give it to your woman' (in inglese, 'Dalli alla tua donnà). 
«Stavo facendo una lavatrice - ha spiegato Cucini nel post sui social dello scorso 27 dicembre - avevo un nuovo paio di pantaloni e ho guardato l’etichetta. Voglio sperare che sia un tentativo di umorismo, ma a mio avviso si traduce in un messaggio sessista e retrogrado: ancora una volta un’idea di donna che sta in casa a fare faccende, pronta a lavare i pantaloni al suo uomo che non può lavarseli da solo. Lo trovo disgustoso». Quindi, nei giorni scorsi, il gruppo delle donne facenti riferimento al Partito Democratico della Toscana, tramite la presidente Tania Cintelli, ha scritto una mail all’azienda bolognese che ha risposto l’11 gennaio. «Il nostro voleva essere un gioco ironico, che non è stato di gran gusto - ha scritto l’azienda del marchio BL.11, spiegando di non essere stata compresa - Abbiamo capito l’errore e ci scusiamo». 
«Avevamo visto il post di Cucini - spiega dunque Tania Cintelli - e come conferenza delle Donne abbiamo pensato di fare da cassa di risonanza, denunciando una modalità di scrivere un’etichetta stereotipata, fuori luogo e tempo». Sempre tramite Fb ha ringraziato ieri le Donne Democratiche: «Il loro impegno - sono le sue parole - regala un esempio straordinario di passione civica e politica per le pari opportunità per l’eguaglianza e i diritti di tutti». 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI