×
×
☰ MENU

UCCISIONE SELETTIVA DELLE FEMMINE

Shock in India, feti di bambine abbandonati lungo una strada

Shock in India, feti di bambine abbandonati lungo una strada

27 Giugno 2022,14:55

NEW DELHI, 27 GIU - Il ritrovamento scioccante di sette feti, presumibilmente abortiti, abbandonati lungo il ciglio di una strada, vicino a una fermata d’autobus, nel distretto di Belagavi ha riportato sotto i riflettori la pratica dell’uccisione selettiva delle femmine.

Dopo che Polizia ha fatto sapere che i feti trovati erano di circa cinque mesi, il responsabile del Dipartimento alla salute e al benessere delle famiglie, Mahesh Koni, responsabile distrettuale della Salute e del benessere familiare. ha detto che «molto probabilmente sono stati abortiti, dopo l’analisi del sesso», e ha ordinato un’inchiesta. La zona non è nuova ad episodi raccapriccianti di questo tipo: nel 2013 sempre a Belagavi, che si trova nello stato del Maharashtra, nell’India occidentale, sono stati trovati almeno 13 feti sulle rive del fiume Hiranyakeshi.

Per evitare l’uccisione delle bambine una legge indiana approvata nel 1994 ha proibito la determinazione del sesso: ma i centri privati contravvengono facilmente al divieto. L’India autorizza l’interruzione volontaria della gravidanza fino alla 24esima settimana; successivamente, l’aborto è consentito solo se la gravidanza comporta un rischio per la vita della donna o gravi danni alla sua salute fisica o mentale. Ma, una volta scoperto che il feto è di sesso femminile, le famiglie decidono spesso di abortire anche oltre la 24 settimana. Secondo The State of World Population 2020, il più recente studio del Population Fund (UNFPA) delle Nazioni Unite, nell’arco degli ultimi 50 anni l’India è responsabile di 45,8 milioni di femmine in meno, sul totale globale di 142,6 milioni di «bambine mancanti»

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI