Sei in Italiamondo

Cesare Battisti a Oristano. Il ministro: "Sei mesi in isolamento". Dove sono gli altri latitanti - Video

14 gennaio 2019, 12:51

Chiudi
PrevNext
1 di 3

Cesare Battisti è arrivato intorno alle 17.25 nel carcere di Massama, nelle campagne di Oristano. L’ex terrorista ha varcato le porte dell’istituto a bordo di un furgone con i vetri oscurati e una quindicina di auto al seguito con sirene spiegate. All’esterno della casa circondariale, presidiata dalle forze dell’ordine, solo un gruppo di giornalisti. 

E’ praticamente sfrecciato davanti ai giornalisti il corteo che ha portato Cesare Battisti nel carcere di Massama (Oristano). Giusto il tempo di aprire il cancello e di far entrare le auto per poi richiuderlo subito dopo, sotto l’attenta vigilanza delle forze dell’ordine.
Battisti, che deve scontare l’ergastolo e che sarà sottoposto per 6 mesi ad isolamento diurno, andrà nella sezione As2, il circuito di massima sicurezza riservata ai terroristi.

L'arrivo a Ciampino Battissti era atterrato verso mezzogiorno all’aeroporto di Ciampino il Falcon 900 del Governo italiano con a bordo l’ex terrorista Cesare Battisti. L’aereo è decollato da Santa Cruz in Bolivia, Paese dove è stato arrestato l’uomo dopo una fuga dall’Italia durata 38 anni. 

Testa alta, pizzetto, giubbotto marrone, senza manette ai polsi è appena sceso dall’aereo che lo ha riportato in Italia Cesare Battisti. A circondarlo un gruppo di poliziotti. Battisti è smontato dal Falcon 900 atterrato dalla Bolivia circa 10 minuti dopo l’atterraggio, alle 11.50. Poco dopo l’apertura del portellone dell’aereo un gruppo di sette agenti di polizia è salito sul velivolo, mentre un’altra decina di agenti, in parte armati di mitraglietta attendeva ai piedi della scaletta, e nel giro di qualche minuto lo ha fatto scendere dall’aereo. Ad  attendere l’arrivo dell’ex terrorista, all’interno dello scalo di Ciampino, il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.
Battisti è apparso tranquillo e non ha mai abbassato lo sguardo mentre procedeva scortato dagli agenti. 

Battisti andrà nel carcere di Oristano. Lo ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede nella conferenza stampa a Palazzo Chigi dopo l’arrivo in Italia di Cesare Battisti.  -In cella da solo e 6 mesi di isolamento diurno. E’ il trattamento carcerario che, a quanto si apprende, sarà riservato a Cesare Battisti.

SALVINI: "SPERO DI NON INCONTRARLO DA VICINO". «Spero di non incontrarlo da vicino». Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervistato dal Corriere Tv subito dopo l’arrivo di Cesare Battisti all’aeroporto di Ciampino.