Sei in Italiamondo

Ponte Morandi: a terra anche la seconda trave tampone - Le foto della demolizione

20 febbraio 2019, 20:23

Chiudi
PrevNext
1 di 19

Ha toccato terra alle 18,45, nei tempi previsti dai tecnici delle aziende impegnate nella demolizione dell’ex viadotto Morandi, la seconda trave tampone. L'operazione ha così "liberato" la pila 7. Al termine della messa in sicurezza partiranno subito i lavori sulla trave tampone tra la pila 5 e la pila 6, quelle più vicine alla collina. All'intervento partecipa anche la ditta parmigiana Siag, dell'esperto di esplosivi Danilo Coppe. 

«Anche questa volta siamo soddisfatti dell’operazione che è avvenuta nelle modalità e nei tempi previsti grazie all’impegno, alla dedizione e alla professionalità di tutte le maestranze coinvolte». Così Vittorio Omini, direttore tecnico del cantiere ha commentato l’operazione iniziata la scorsa notte che ha consentito di calare a terra la seconda trave tampone del Morandi.
L’impalcato del peso di 850 tonnellate, in quanto alleggerito della parte di struttura che interferiva con il fabbricato Ansaldo, misura 36 metri di lunghezza e 18 metri di larghezza e è stato abbassato con precisione a pochi centimetri dal fabbricato dello stabilimento. Ieri era stata demolita la parte del capannone di Ansaldo sotto il tampone 7 per consentire il calo a terra della trave. Il calo del tampone 7, che farà da contrappeso alla struttura ancora in piedi sostituendo quello precedente già a terra, permetterà la frantumazione del tampone 8 che attualmente è ancora all’interno del cantiere.