Sei in Italiamondo

Bimbo morto a Novara, indagati la madre e il suo compagno

24 maggio 2019, 17:31

Bimbo morto a Novara, indagati  la madre e il suo compagno

Omicidio volontario: è il reato ipotizzato dalla Procura di Novara che ha aperto un fascicolo sulla morte del bimbo di neppure due anni morto ieri mattina all’arrivo in ospedale. Indagati la madre del piccolo e il suo compagno. Nell’interrogatorio si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Il procuratore capo di Novara, Marilinda Mineccia, invita alla prudenza: «Siamo alle fasi preliminari dell’indagine, è presto per avanzare accuse precise. Prima di ogni cosa dovremo attendere l’esame autoptico».
_________

La telefonata per chiedere l'intervento del 118 è arrivata a metà mattina di ieri. «Venite, fate presto, mio figlio sta male», le parole pronunciate alla cornetta da una voce concitata. I soccorsi sono stati immediati, ma per il bambino - due anni ancora da compiere - non c'è stato nulla da fare: è morto al suo arrivo all’ospedale Maggiore di Novara. Ed ora gli investigatori della polizia, coordinati dalla procura, vogliono vederci chiaro: hanno acquisito le cartelle cliniche, in attesa degli esiti dell’autopsia, per capire in quali condizioni fosse il piccolo quando sono stati chiamati i soccorsi. 
In casa, col bimbo, c'erano la madre e il suo compagno. Accompagnati in procura per essere ascoltati, avrebbero parlato di una caduta accidentale dal lettino, una versione ora al vaglio degli inquirenti, che sulla vicenda mantengono il massimo riserbo. Nessuna ipotesi viene esclusa, al momento, sulla morte del bambino, residente con la famiglia nel popolare quartiere novarese di Sant'Agabio. I soccorritori, quando sono arrivati nell’abitazione, hanno tentato a lungo di rianimarlo, ma le sue condizioni sono apparse da subito molto critiche. Quando è giunto in Rianimazione, era già morto.