Sei in Italiamondo

Stalking

Varese, incendia la casa della ex, ma lei ha cambiato residenza

25 maggio 2019, 15:51

Varese, incendia la casa della ex, ma lei ha cambiato residenza

 Voleva «fargliela pagare» per aver interrotto la relazione e così, dopo averla tartassata di messaggi e minacce, una settimana fa ha dato fuoco a casa sua nel varesotto, ma lei nel frattempo si era trasferita altrove. In quell'abitazione, al momento del rogo, dormiva la nuova inquilina, una 25enne uscita illesa dalle fiamme. In manette, con l’accusa di stalking, incendio e minacce, è finito un uomo di 55 anni di Busto Arsizio (Varese), arrestato dai carabinieri ieri sera in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Busto Arsizio. 
L’uomo, nella notte tra il 16 e il 17 maggio scorsi, utilizzando fogli di giornale intrisi di liquido infiammabile, ha appiccato le fiamme al portone di ingresso di quella che credeva essere ancora la casa della donna che aveva frequentato per qualche settimana, fino alla fine di marzo, alle finestre e al muro di cinta, poi è fuggito. 
Svegliata dal fumo e dai vetri delle finestre andati in frantumi a causa del rogo, la 25enne, che da un mese e mezzo circa si era trasferita nella stessa casa, ha chiesto aiuto al 112. I carabinieri intervenuti utilizzando due estintori, sono riusciti a domare il fuoco e a metterla in salvo. 
Durante le indagini i carabinieri sono risaliti alla precedente abitante, una cinquantenne del varesotto, la quale ha raccontato di essere da tempo vittima di stalking, dopo una breve relazione, da parte dell’uomo che, oltre a tempestarla con centinaia di messaggi minatori, pedinamenti e telefonate, ha anche minacciato un amico presso cui la donna si era rifugiata. «Sarò felice solo quando ti avrò spezzato le ossa, malato e vecchio ti sparerò davanti a casa», è il testo di uno dei messaggi inviati dallo stalker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA