Sei in Italiamondo

FISCO

Salvini, ipotesi 'tassa' sulle cassette di sicurezza

Il ministro: "In modo che tornino ad essere utilizzabili nel circuito legale"

11 giugno 2019, 21:44

Salvini, ipotesi 'tassa' sulle cassette di sicurezza

"Non parlo di soldi all’estero, se qualcuno ce li ha portati sono affari suoi, ma mi dicono che ci sono centinaia di miliardi in cassette di sicurezza, fermi. Potremmo metterli in circuito per gli investimenti. Si potrebbe far pagare un’imposta e ridare il diritto di utilizzarli". E’ la proposta di Matteo Salvini a Porta a Porta per il fisco, "soldi sostanzialmente nascosti", ha fatto notare il conduttore Bruno Vespa."Parliamo di soldi tenuti sotto il materasso", ha commentato il vicepremier.

"L'avevamo detto - commenta il deputato democratico Luigi Marattin - che sarebbero arrivati a toccare i risparmi degli italiani. Certo, non ci aspettavamo così presto. Irresponsabili".

Salvini poi ha precisato meglio il suo pensiero: "Dopo Equitalia - ha detto -, serve una pace fiscale per far emergere il denaro contante depositato nelle cassette di sicurezza, fermo. Con una nuova pace fiscale daremmo il diritto di utilizzarli, e lo Stato incasserebbe miliardi da reinvestire per la crescita". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA