Sei in Italiamondo

'Tutti in shorts' per volontarie belghe

09 agosto 2019, 15:44

'Tutti in shorts' per volontarie belghe
(ANSA) - RABAT, 9 AGO - "S(h)hortons les" con un gioco di parole che invita a reagire e suona come 'Tutti in calzoncini corti', parte la mobilitazione via web a sostegno delle volontarie belghe aggredite dagli islamisti, perché "lavoravano in shorts". Un gruppo di intellettuali, politici, scrittori, attori e professionisti lancia sul web l'iniziativa di pubblicare foto in shorts sul profilo di Facebook. "Facciamoli fuori questi propagatori di odio, non diamo loro spazio, dimostriamo che il Marocco è ben altra cosa", scrivono. "Noi marocchini, marocchini del mondo, turisti, uomini e donne amici del Marocco, neghiamo loro il diritto di parlare a nome di tutti". La petizione è già virale; a migliaia i meme con Albert Einstein in short o giochi d'immagini e parole. La mobilitazione chiede le dimissioni del sentore Pjd che ha criticato l'iniziativa delle ragazze impegnate a costruire una strada in un paesino vicino Taroudant, nel Sud-est del Marocco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA