Sei in Italiamondo

Maltempo

Bomba d'acqua a Lodi, ingenti danni nel Bresciano, nel Varesotto e nel Verbano

12 agosto 2019, 21:27

Bomba d'acqua a Lodi, ingenti danni  nel Bresciano, nel Varesotto e nel Verbano

 Una bomba d’acqua accompagnata da violente raffiche di vento si è abbattuta su Lodi e dintorni stasera. A Lodi le raffiche di vento hanno raggiunto gli 80 chilometri orari, un albero si è spezzato abbattendosi sul ponte dell’Adda e bloccando, così, la circolazione stradale fino alla rimozione grazie all’intervento dei vigili del fuoco; e una parte di un altro albero si è abbattuta, sempre nel capoluogo, sul viale in entrata della città: viale Milano.  A Sant'Angelo Lodigiano, le raffiche di vento hanno raggiunto gli 88 chilometri orari, molti rami si sono staccati dagli alberi anche in centro storico e in via Trento e Trieste è crollato un albero.

Tanti danni nella Bassa bresciana

Il maltempo ha provocato gravi danni nella zona della Bassa bresciana tra i paesi di Castelcovati, Maclodio, Torbole Casaglia e Roncadelle. Il vento forte ha scoperchiato tetti di case e aziende e abbattuto alberi. A Brescia un calo di tensione elettrica ha colpito il termovalorizzatore di A2A con una fuoriuscita di vapore acqueo preceduto da un’esplosione che ha allarmato i residenti.  A2A assicura che non c'è stata fuoriuscita di inquinanti. Sempre in città in tilt la metropolitana a causa di alcuni alberi caduti sulla linea esterna.

Ingenti danni nel Varesotto e nel Verbano

I vigili del fuoco di Varese sono intervenuti per decine di interventi causa la forte ondata di maltempo che ha colpito il medio e alto Verbano. Oltre trenta le richieste di soccorso: a Luino un veicolo in transito è stato colpito da una pianta, illeso il conducente; nella frazione di Colmegna un albero è rovinato su un’auto in sosta. A Maccagno con Pino e Veddasca diversi gli alberi caduti sulle strade mentre due edifici sono stati scoperchiati, le lamiere del tetto trasportate a decine di metri hanno colpito diverse abitazioni. In un edificio colpito da pezzi di copertura sono esplose le finestre, illesi gli occupanti che sono riusciti a mettersi a riparo. A Castelveccana c'è anche stato l’incendio di un abitazione: i vigili del fuoco intervenuti con due automezzi hanno spento il rogo. 

Piemonte: chiusa per ore  la Domodossola-Milano

E’ ancora allerta gialla sul Piemonte per l’ondata di maltempo che sta interessando da ieri tutta la regione. Le maggiori precipitazioni sul Verbano, dove questa mattina sono caduti in poche ore 80 millimetri di pioggia. Una decina gli alberi caduti a Villa Taranto, che non ha però subito danni strutturali e a Ferragosto sarà regolarmente aperta. La linea ferroviaria Domodossola-Milano è rimasta interrotta per ore ed è stata ripristinata in tarda serata.  Tra i danni causati, si segnalano anche quelli ai vigneti dell’Alessandrino. «In pochi minuti è andato distrutto il lavoro di un anno», commenta il sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, che ha avviato il censimento dei danni. «Mi adopererò - promette - affinché i governi regionale e nazionale agiscano concretamente per sostenere il mondo agricolo colpito dagli eventi atmosferici».  L’attenuazione dei fenomeni è attesa in serata, con esaurimento in nottata.

Valchiavenna: incombe una frana, 20 persone sfollate

Forti boati hanno accompagnato il distacco di una frana in località Motta di Calestro, nel territorio comunale di Villa di Chiavenna (Sondrio). La presenza di reti e muri di protezione ha evitato che il materiale franato finisse sulle case. Il sindaco, in considerazione delle previsioni meteo che, nelle prossime ore, prevedono nuove e forti precipitazioni piovose nella zona, ha disposto a titolo precauzionale l’evacuazione di 20 persone le cui abitazioni si trovano in un’area dove sono possibili altre scariche di detriti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA