Sei in Italiamondo

crisi

Zingaretti: 'No a un governo di transizione e 5 punti per trattare'

21 agosto 2019, 11:37

Zingaretti: 'No a un governo di transizione e 5 punti per trattare'

 "Non credo in un governo di transizione che porti al voto. Sarebbe rischioso per i Democratici e anche per il Paese. Ora tocca a noi muoverci e indicare una strada. Dentro il percorso di consultazione dobbiamo dare la disponibilità se c'è la possibilità di una nuova maggioranza parlamentare in grado di dare risposte serie ai problemi del Paese". Lo ha detto Nicola Zingaretti nella relazione alla Direzione del Pd. Un eventuale nuovo governo deve essere «di svolta, di legislatura» altrimenti «è meglio andare alle urne». Quindi Zingaretti ha elencato cinque punti necessari per trattare la formazione di un nuovo governo: "Appartenenza leale all’Unione europea; pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa, a partire dalla centralità del parlamento; sviluppo basto sulla sostenibilità ambientale; cambio nella gestione di flussi migratori,con pieno protagonismo dell’Europa; svolta delle ricette economiche e sociale, in chiave redistributiva, che apra una stagione di investimenti"

Salvini, davanti a Montecitorio dove si sta svolgendo l'assemblea dei deputati leghisti, ha risposto ai giornalisti: "La rottura? I no erano troppi" - Leggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA