Sei in Italiamondo

quirinale

Secondo giorno di consultazioni. Meloni: 'Salvini, al voto insieme vinciamo'. Zingaretti: 'O governo di svolta o voto'

22 agosto 2019, 11:03

Secondo giorno di consultazioni. Meloni: 'Salvini, al voto insieme vinciamo'. Zingaretti: 'O governo di svolta o voto'

Ha preso il via al Quirinale il secondo giorno di consultazioni. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto la delegazione di Fdi, poi è stato il turno del Partito Democratico seguito da Forza Italia. Giorgia Meloni ha sostenuto che le elezioni sono «l'unico esito possibile» dicendo «no ad un governo che ha la maggioranza in Parlamento ma non tra i cittadini: sarebbe irrispettoso della volontà popolare e della nostra democrazia»..«Ho sentito Salvini e penso che se si andasse al voto ci sarebbe una compagine formata da Fdi e Lega sicuramente, vedremo cosa fa Fi, e sicuramente sarebbe già maggioritaria», ha detto la leader di Fdi. 

«Abbiamo manifestato al presidente della Repubblica la disponibilità a verificare la formazione diversa maggioranza e l’avvio di una fase politica nuova e un governo nel segno della discontinuità politica e programmatica.Non un governo a qualsiasi costo: serve un governo di svolta, alternativo alle destre, con un programma nuovo, solido, una ampia base parlamentare e ridia una speranza agli italiani. Se non dovessero esistere queste condizioni, tutte da verificare, lo sbocco naturale della crisi sono nuove elezioni anticipate alle quali il Pd è pronto». Lo afferma il segretario del Pd Nicola Zingaretti al termine dell’incontro con il Capo dello Stato. 

Le consultazioni del Capo dello Stato riprenderanno nel pomeriggio alle 16 con la delegazione della Lega e infine alle 17 sarà la volta del Movimento Cinque Stelle. Il Colle punta a tempi brevi e chiede ai partiti risposte certe o si andrà al voto. I mercati però non temono la crisi e oggi lo spread, dopo avere aperto a 201, è sceso a 195 punti con il rendimento del decennale sotto l’1,3%

© RIPRODUZIONE RISERVATA