Sei in Italiamondo

Terremoto nella notte: scossa di 4.1 tra Norcia e Arquata. Gente in strada

Gente in strada anche a Amatrice, Accumoli e Cittareale
 

01 settembre 2019, 09:24

Terremoto nella notte: scossa di 4.1 tra Norcia e Arquata. Gente in strada

Una sequenza sismica è in corso nel Centro Italia, nella stessa zona colpita dai potenti eventi tellurici del 2016 e 2017. 
Alle 2:02 l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato una scossa di magnitudo 4.1 con ipocentro a 8 km di profondità ed epicentro 4 km di distanza da Norcia (Perugia), 13 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e 14 da Accumoli (Rieti). 
Al momento non si hanno informazioni su eventuali danni a persone o cose.
Vigili del fuoco al momento non segnalano danni nel Reatino -  Gente in strada ad Amatrice, Accumoli e Cittareale, alcuni dei comuni del Reatino colpiti dal sisma dell’agosto 2016, in seguito alla forte scossa di magnitudo 4.1 registrata a Norcia (Perugia) alle 2:02 di questa notte insieme ad alcune repliche. Al momento i Vigili del fuoco non segnalano danni nei comuni reatini già segnati dal sisma di tre anni fa. 
La gente a Norcia si è riversata in strada e in piazza San Benedetto subito dopo la scossa della notte. Anche gli abitanti delle casette Sae sono usciti, pur essendo edifici completamente anti sismici. 
Ad avere più paura sono stati invece coloro che avevano già fatto ritorno nelle proprie abitazioni dopo il sisma del 2016 e chi alloggiava nelle poche strutture aperte. La gente è restata in piazza San Benedetto fino alla 4,30-5 di stamani per poi fare lentamente ritorno all’interno delle abitazioni.

«Dalle prime verifiche eseguite con i vigili del fuoco e la protezione civile le messe in sicurezza hanno tutte perfettamente retto, compresa quella alla Basilica di San Benedetto": a dirlo all’ANSA, è il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno che subito dopo la scossa di 4.1 della notte ha attivato la macchina dell’emergenza per eseguire tutti i primi controlli necessari sia nel capoluogo sia nelle frazioni». 
«Abbiamo fatto dei sopralluoghi a tutti i principali siti già danneggiati dai terremoti del 2016 - ha spiegato - e abbiamo constatato che le messe in sicurezza hanno tutte ben tenuto. Anche se nelle prossime ore e nei prossimi giorni si procederà a controlli più approfonditi». Sono state verificate anche lo stato delle strade, compresa quella che porta da Norcia a Castelluccio e «anche in questo caso non si registrano situazioni di criticità». 

(foto d'archivio)